ITALGAS DEBUTTA IN SARDEGNA ACQUISENDO ICHNUSA GAS

Italgas – gruppo quotato alla Borsa di Milano – ha raggiunto un accordo con CPL Concordia e con Impresa Costruzioni Ing. Raffaello Pellegrini per l’acquisto del 100% della società Ichnusa Gas, holding che controlla 12 società titolari di altrettante concessioni (su un totale di 38 esistenti) per la realizzazione e l’esercizio di reti di distribuzione di gas in 81 Comuni della Sardegna.

Il valore del take-over – si legge in una nota pubblicata dalla stessa Italgas – è stato stimato in 26,2 milioni di euro, cifrà che verrà corrisposta al closing dell’operazione, previsto nei primi mesi del 2018, interamente per cassa, al netto dell’indebitamento.

Attualmente, delle 12 concessioni di cui Ichnusa Gas è titolare, 2 sono già in esercizio provvisorio con i clienti riforniti di GPL; mentre le altre 12 riguardano reti in costruzione e da realizzare per un investimento complessivo di oltre 170 milioni di euro, in parte finanziato con contribuiti pubblici regionali. Il loro completamento è previsto in circa 3 anni, per un’estensione complessiva di circa 1.300 chilometri di reti e un bacino potenziale di oltre 150.000 clienti.

Paolo Gallo, Amministratore Delegato di Italgas, ha commentato: “L’operazione conclusa oggi si inserisce in un più ampio contesto di collaborazione fra Italgas e CPL Concordia, volto a valorizzare i rispettivi asset della distribuzione del gas e le importanti competenze di entrambi in materia di costruzione e manutenzione di reti e impianti. Il nostro ingresso in Sardegna, unica regione italiana a non godere ancora dei vantaggi di una infrastruttura interconnessa per la distribuzione del gas, indica la volontà di Italgas non solo di rivestire un ruolo di consolidatore in un settore estremamente frammentato, ma anche quella di promuovere l’ulteriore metanizzazione del sistema Paese nella prospettiva della futura realizzazione delle infrastrutture che porteranno il gas naturale sull’isola. L’acquisizione degli asset di Ichnusa, a un anno di distanza dal nostro ritorno in Borsa, si aggiunge alle operazioni realizzate nelle scorse settimane, a conferma degli obiettivi strategici annunciati nel Piano Industriale 2017-2023.”

Related posts