venerdì, Gennaio 27, 2023

IL RINA SUPERVISORE TECNICO PER LA COSTRUZIONE DEL TRATTO TURKMENO DEL NUOVO GASDOTTO TAPI

Must read

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

La corporation turkmena del gas, “Turkmengas” State Concern, ha scelto il Rina per la consulenza tecnica relativa alla costruzione del tratto nazionale della nuova condotta TAPI (Turkmenistan – Afghanistan – Pakistan – India), 214 Km sui 1.814 Km di lunghezza totale dell’intera pipeline, e di due stazioni di compressione del gas.

All’azienda italiana, basata a Genova, è stato infatti assegnato un contratto del valore di 13 milioni di dollari, relativo ad attività di supervisione e supporto progettuale per il tratto turkmeno della nuova infrastruttura, che costerà circa 1 miliardo di dollari, mentre l’intera opera dovrebbe necessitare di un esborso complessivo di ben 10 miliardi di dollari.

Il progetto, finanziato dall’Islamic Development Bank (IsDB), aveva requisiti tecnici per accedere alla gara molto stingenti: il Rina ha beneficiato – ha spiegato la stessa società in una nota – “di un valore aggiunto costituito dalla conoscenza dell’area, acquisita dopo aver collaborato con diversi enti statali turkmeni nella costruzione del porto internazionale Turkmenbashi, completato nel 2018”.

La costruzione del tratto turkmeno del TAPI dovrebbe concludersi in 4 anni, e si dividerà in due fasi: la prima sarà dedicata alla realizzazione del gasdotto, mentre la seconda si concentrerà sulla costruzione delle due stazioni di compressione.

Mediamente, almeno 50 tecnici del Rina lavoreranno sempre, insieme a “Turkmengas” State Concern, al TAPI, in ognuna delle diverse fasi del progetto.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...