martedì, Ottobre 26, 2021

LA LAURINI DI PARMA PUNTA AL MERCATO RUSSO CON GAZPROM E SOCOGAS

Must read

Petroperù ha avuto un utile lordo di 320 milioni di euro in settembre

La compagnia Petroperú ha chiuso il mese di settembre con un utile lordo di 320 milioni di euro, 200 milioni in più rispetto allo...

Petrobras mantiene la crescita della produzione nel terzo trimestre

Secondo il comunicato di Petrobras, la produzione media di petrolio, GNL e gas naturale ha raggiunto 2,8 milioni di barili di petrolio equivalente al...

La produzione di petrolio in Argentina è scesa del 21% in un mese

Il Segretariato per l'Energia dell'Argentina ha riferito che la produzione di petrolio convenzionale a settembre è stata di 296.514 barili al giorno. Nello stesso mese,...

Brasile. La nuova asta ha venduto solo 5 blocchi su 92

 Il Brasile ha venduto solo cinque dei 92 blocchi offerti con nove società partecipanti, rispetto ai 17 blocchi assegnati nella precedente (2019). Grandi compagnie petrolifere...

Laurini Officine Meccaniche – azienda di Parma attiva a livello mondiale nella produzione e commercializzazione di macchine industriali – ha deciso di entrare nel mercato russo e per farlo ha scelto come partner un nome davvero di peso, ovvero quello del colosso energetico Gazprom.

Lo scorso 10 maggio si è svolta infatti una visita istituzionale presso la sede di Laurini Officine Meccaniche del team dirigenziale di Gazpromneft Lubricants Italia Spa, compagnia leader nel mondo per la produzione e commercializzazione di oli e grassi lubrificanti, che fa riferimento al gruppo multinazionale Gazpromneft, con sede a San Pietroburgo.

È stato concluso, infatti, l’accordo di utilizzo esclusivo dei lubrificanti Gazpromneft nei macchinari Laurini per un quantitativo complessivo di oltre 30.000 litri l’anno.

Una collaborazione di reciproco vantaggio che offre a Laurini Officine Meccaniche – spiega l’azienda parmigiana in una nota – l’importante occasione per affacciarsi su un nuovo mercato, quello russo, supportati da un partner prestigioso, che a sua volta riceverà visibilità ogni qual volta verrà venduto un macchinario Laurini, che ha una diffusione capillare nei cantieri di tutti e 5 i continenti. Le nuove macchine Laurini, infatti, verranno dotate di un’etichetta a marchio Gazpromneft che testimonierà l’utilizzo di questi prodotti affidabili e di qualità, garantendo migliori prestazioni, con una riduzione delle temperature e del consumo di fluidi.

L’accordo di partnership si è concretizzato grazie al distributore autorizzato Socogas che, oltre alla fornitura dei prodotti, offrirà un valido supporto logistico e tecnico grazie all’esperienza maturata nei suoi 50 anni di attività nel settore energetico e petrolifero.

La visita dei manager di Gazpromneft Lubricants Italia Spa e Socogas si è concentrata, in particolare modo, sul nuovo sistema di posa LLS – Laurini Laying System, presentato in occasione dell’ultimo convegno di IPLOCA, ad Amsterdam. Il prototipo del macchinario posatubi ha riscosso molto interesse da parte delle aziende e vedrà i primi test pratici entro giugno 2017.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petroperù ha avuto un utile lordo di 320 milioni di euro in settembre

La compagnia Petroperú ha chiuso il mese di settembre con un utile lordo di 320 milioni di euro, 200 milioni in più rispetto allo...

Petrobras mantiene la crescita della produzione nel terzo trimestre

Secondo il comunicato di Petrobras, la produzione media di petrolio, GNL e gas naturale ha raggiunto 2,8 milioni di barili di petrolio equivalente al...

La produzione di petrolio in Argentina è scesa del 21% in un mese

Il Segretariato per l'Energia dell'Argentina ha riferito che la produzione di petrolio convenzionale a settembre è stata di 296.514 barili al giorno. Nello stesso mese,...

Brasile. La nuova asta ha venduto solo 5 blocchi su 92

 Il Brasile ha venduto solo cinque dei 92 blocchi offerti con nove società partecipanti, rispetto ai 17 blocchi assegnati nella precedente (2019). Grandi compagnie petrolifere...

Pemex lancia bando di gara per la certificazione delle riserve di idrocarburi

Il dipartimento di produzione e esplorazione della compagnia statale petrolifera Pemex (PEP) è alla ricerca di una agenzia per quantificare e certificare i volumi...