giovedì, Maggio 13, 2021

NEL 2017 TASSI DI UTILIZZO DA RECORD PER IL RIGASSIFICATORE DI ROVIGO

Must read

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Continua a crescere il tasso di utilizzo del rigassificatore di Rovigo, il terminal offshore gestito dalla società Adriatic LNG, i cui azionisti sono ExxonMobile (70,6%), Qatar Petroleum (22%) e SNAM (7,3%), da poco subentrata a Edison.

La struttura, che riceve GNL via nave, principalmente dal Qatar, e reimmette il prodotto nella rete nazionale gestita da SNAM Rete Gas, da gennaio a luglio 2017 – spiega la stessa Adriatic LNG in una nota – ha infatti rigassificato 3,9 miliardi di metri cubi, il 12% in più rispetto ai 3,4 miliardi dello stesso periodo del 2016. In particolare, nel secondo trimestre del 2017 il terminale ha riconsegnato oltre 1,7 miliardi di metri cubi di gas contro 1,5 miliardi dello stesso periodo dell’anno scorso, registrando un +15%.

La crescita più accentuata si è verificata nel mese di luglio, quando il terminal di Rovigo ha rigassificato 651 milioni di metri cubi di gas (il dato mensile più alto dopo quello di maggio 2011, pari a 656 milioni di metri cubi) contro i 513 milioni di metri cubi di luglio 2016, registrando una crescita del +27%.

Nello stesso mese di luglio 2017 – spiega ancora la società – il tasso di utilizzo del terminale calcolato sul send-out è stato pari al 95% portando tale valore in accumulo da inizio anno intorno all’83%, un dato di gran lunga maggiore rispetto alla media europea.

A trainare i consumi nazionali di gas in Italia nel mese di luglio è stata soprattutto la domanda industriale che, raggiungendo valori prossimi a quelli pre-crisi, ha contribuito ad aumentare i consumi del mese del 9,2% rispetto a luglio 2016 (dati Snam Rete Gas).

Dalla fine del 2009 a oggi, sono 541 le navi di GNL approdate al terminale Adriatic LNG provenienti principalmente dal Qatar e oltre 45 i miliardi di metri cubi di gas immessi in rete. Recentemente, grazie a un nuovo servizio aggiuntivo di miscelazione, attualmente offerto in via sperimentale, il terminale ha ricevuto il primo carico di GNL dalla Nigeria.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Perù: riprende la produzione di petrolio nella zona settentrionale

Il Blocco 67, situato nella località di Loreto, ha ripreso le sue attività dopo un anno di paralisi a causa dei bassi prezzi del...