mercoledì, Dicembre 8, 2021

RSE: virtual pipeline e gas naturale per il futuro energetico della Sardegna

Must read

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

Secondo Enura, la join venture tra Snam e Società Gasdotti Italia (SGI), la soluzione economicamente più conveniente per il futuro energetico della Sardegna sono il gas naturale e la “virtual pipeline”, ovvero un collegamento virtuale per il gas via nave.

RSE, società del gruppo GSE (controllato dal Ministero dell’Economia), ha dichiarato nel suo rapportoSoluzioni infrastrutturali per il soddisfacimento del fabbisogno energetico della regione Sardegna“, recentemente presentato in un workshop organizzato da Snam, che l’uso del gas comporterebbe maggiori benefici economici rispetto ad uno scenario che prevede unicamente l’elettrificazione.

L’analisi di RSE, in questa fase, è stata limitata a soluzioni binarie (trasporto solo mediante dorsale o solo su strada), ma verrà ampliata prendendo in esame soluzioni infrastrutturali “miste”, che includano quindi tratti di rete. Lo studio copre un orizzonte di vent’anni e mira a individuare le configurazioni che consentano di avere il costo complessivo più basso, pur garantendo condizioni eque di fornitura di energia ai clienti finali.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Russia diventa il secondo fornitore di petrolio degli Stati Uniti

Nonostante la grande tensione politica in atto tra i due paesi, nel gennaio 2019, un mese prima dell'entrata in vigore delle sanzioni imposte dal...

Guyana. Il Ministro dell’Energia indeciso nella costruzione di nuove raffinerie

Nonostante la scoperta dei 10 miliardi di barili di petrolio scoperti nel Blocco Stabroek e dalle campagne esplorative in altri blocchi, sono diversi gli...

Bolivia. YPFB sostituirà parte delle importazioni di carburante con etanolo nazionale

La compagnia petrolifera statale boliviana YPFB ha riferito che entro il 2022 sostituirà le importazioni di carburante del 20%, risparmierà valuta estera e genererà...

La produzione petrolifera colombiana tocca 740.000 barili al giorno in ottobre

Il Ministero delle Miniere e dell'Energia della Colombia (Minenergía) ha riferito che la produzione di petrolio in ottobre ha raggiunto una media di 740.000...

OPEC+ conferma la decisione di aumentare la produzione di 400.000 b/g da gennaio

La 23 .ma riunione dell’OPEC e dei Paesi produttori che non fanno parte di questa istituzione, conferma la sua predisposizione di aumentare la produzione...