giovedì, Maggio 19, 2022

RSE: virtual pipeline e gas naturale per il futuro energetico della Sardegna

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Secondo Enura, la join venture tra Snam e Società Gasdotti Italia (SGI), la soluzione economicamente più conveniente per il futuro energetico della Sardegna sono il gas naturale e la “virtual pipeline”, ovvero un collegamento virtuale per il gas via nave.

RSE, società del gruppo GSE (controllato dal Ministero dell’Economia), ha dichiarato nel suo rapportoSoluzioni infrastrutturali per il soddisfacimento del fabbisogno energetico della regione Sardegna“, recentemente presentato in un workshop organizzato da Snam, che l’uso del gas comporterebbe maggiori benefici economici rispetto ad uno scenario che prevede unicamente l’elettrificazione.

L’analisi di RSE, in questa fase, è stata limitata a soluzioni binarie (trasporto solo mediante dorsale o solo su strada), ma verrà ampliata prendendo in esame soluzioni infrastrutturali “miste”, che includano quindi tratti di rete. Lo studio copre un orizzonte di vent’anni e mira a individuare le configurazioni che consentano di avere il costo complessivo più basso, pur garantendo condizioni eque di fornitura di energia ai clienti finali.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...