ASSOMINERARIA PUBBLICA LA MAPPA DELLE 118 PIATTAFORME OFFSHORE ITALIANE

Sono in tutto 118 le piattaforme offshore installate nelle acque territoriali del Belpaese. O meglio, tale è il numero delle installazioni che risultava al 31 dicembre 2018, secondo i dati del Ministero dello Sviluppo Economico riportati da Assomineraria – l’associazione italiana delle imprese minerarie e petrolifere aderente a Confindustria – che ha anche pubblicato sul suo sito istituzionale una dettagliata mappa di tutte le piattaforme offshore italiane.

La maggiore concentrazione di impianti si verifica nell’altro Adriatico, suddiviso nelle zone A e B, in cui si trovano rispettivamente 62 e 42 piattaforma offshore. La zona C è invece ubicata nel mare siciliano, indicativamente davanti alle coste di Gela, ed è ‘abitata’ da 5 piattaforme, stesso numero di installazioni riscontrato anche nella zona D, davanti alla costa calabrese del Mar Ionio.

Nessuna traccia, sulla mappa pubblicata da Assomineraria, della zona E, mentre nella zona F, situata nell’offshore di Bari, in basso Adriatico, c’è una sola piattaforma. L’ultima zona è la G, che si trova al largo di Trapani e Marsala, in Sicilia, e accoglie da 3 impianti offshore.

Related posts