sabato, Febbraio 4, 2023

TAP CONFERMA: ‘FIRST GAS’ IMMESSO (SOLO COME TEST) NEL TRATTO GRECO DEL GASDOTTO

Must read

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Dopo la notizia del completamento del tratto greco del gasdotto Trans Adriatic Pipeline (TAP), l’omonima società, cui compete lo sviluppo del progetto nonché la realizzazione della nuova infrastruttura energetica, ha annunciato ufficialmente l’immissione del ‘first gas’ all’interno della condotta.

Il 25 novembre – ha spiegato TAP AG in una nota – “è stato introdotto il primo quantitativo di gas naturale in un tratto della pipeline lungo 2 Km, che corre in territorio greco e collega Evros e la stazione di compressione di Kipoi”.

Al momento, come ha riferito la società, si tratta solo di una fase di test, ma l’operazione è particolarmente rilevante poiché costituisce l’avvio dell’intero processo di collaudo dell’opera, che durerà diversi mesi e che ha come scopo quello di “verificare e garantire che l’infrastruttura sia completamente sicura e pronta per operare una volta completata in ogni sua parte, in linea con gli standard di sicurezza internazionali”.

Il ‘first gas’ nel tratto greco del TAP segna quindi “un ulteriore passo avanti verso la consegna del gas estratto dal giacimento azero Shah Deniz II in Europa”. Dopo l’immissione in questo primo tratto, il gas verrà fatto fluire in altre porzioni della condotta, prima in Grecia, poi in Albania e infine in Italia, dove termina il percorso della Trans Adriatic Pipeline, le cui attività commerciali dovrebbero partire a ottobre 2020.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...