martedì, Settembre 28, 2021

APRE I BATTENTI OGGI A RAVENNA L’EDIZIONE 2019 DELL’OMC

Must read

Exxon pagherà 340.000 euro per gli audit del progetto Payara

In base alla licenza di produzione del campo di Payara, Esso Exploration de Petróleo e Production Guyana Limited pagheranno alla Guyana 340.000 euro all'anno...

PDVSA autorizza l’importazione di sei milioni di litri di gasolio dalla Colombia

Un anno e mezzo fa la Camera petrolifera del Venezuela aveva chiesto l'importazione di combustibili dalla Colombia, ma la richiesta ha trovato molti ostacoli,...

ConocoPhillips acquisterà l’asset di Shell Permian per 8 miliardi di euro

La compagnia ConocoPhillips ha acquistato le attività nel bacino del Permiano di Royal Dutch Shell per un valore di 8 miliardi di euro, consolidando...

Perù. Petrotal annuncia una produzione record di 15.000 barili al giorno

La società statunitense Petrotal che gestisce il Blocco 95 in provincia peruviana di Loreto ha annunciato di aver raggiunto un record di produzione nel...

Apre i battenti questa mattina, al Pala De André di Ravenna, l’edizione 2019 dell’Offshore Mediterranan Conference, evento biennale che chiama a raccolta nella città romagnola – capitale italiana dell’offshore – operatori e stakeholders dell’industria oil&gas da tutto il mondo.

Quest’anno la kermesse è dedicata al tema “Expanding Mediterranean Energy Sector: Fuelling Regional growth”, e gli organizzatori prevedono un afflusso di visitatori che potrebbe raggiungere le 24.000 unità: se così fosse, si tratterebbe di un record assoluto per l’OMC.

La giornata di oggi si apre con l’intervento di Giancarlo Giorgetti, Segretario di Stato alla Presidenza del Consiglio, per proseguire con la main conference e i diversi seminari tecnici, mentre nell’area espositiva trovano posto gli stand di oltre 600 aziende del settore provenienti da 33 diversi Paesi.

Quest’anno a Ravenna, oltre a top manager dell’industria (tra cui Claudio Descalzi, CEO dell’Eni, Marc Benayoun, CEO di Edison, e Stefano Cao, CEO di Saipem) e rappresentanti istituzionali di alto profilo (come Tarek El Molla, Ministro del Petrolio dell’Egitto), è attesa anche una folta delegazione del Kazakistan, che parteciperà nel pomeriggio di oggi al workshop “Internationalization and Local Content 2.0” organizzato nella sede ravennate di Confindustria Romagna, in collaborazione con Assomineraria ed Eni.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Exxon pagherà 340.000 euro per gli audit del progetto Payara

In base alla licenza di produzione del campo di Payara, Esso Exploration de Petróleo e Production Guyana Limited pagheranno alla Guyana 340.000 euro all'anno...

PDVSA autorizza l’importazione di sei milioni di litri di gasolio dalla Colombia

Un anno e mezzo fa la Camera petrolifera del Venezuela aveva chiesto l'importazione di combustibili dalla Colombia, ma la richiesta ha trovato molti ostacoli,...

ConocoPhillips acquisterà l’asset di Shell Permian per 8 miliardi di euro

La compagnia ConocoPhillips ha acquistato le attività nel bacino del Permiano di Royal Dutch Shell per un valore di 8 miliardi di euro, consolidando...

Perù. Petrotal annuncia una produzione record di 15.000 barili al giorno

La società statunitense Petrotal che gestisce il Blocco 95 in provincia peruviana di Loreto ha annunciato di aver raggiunto un record di produzione nel...

Il Parlamento apre un’inchiesta sui contratti di fornitura di Petroecuador

Petroecuador ha riferito alla stampa che per soddisfare la richiesta del presidente della Commissione di Vigilanza dell'Assemblea Nazionale sulle operazioni della gestione del commercio...