sabato, Luglio 2, 2022

Argentina. La compagnia Vista investe nelle sabbie per il fracking

Must read

Oltre 5.000 visitatori per Pipeline & Gas Expo e Hydrogen Expo

Chiudono i battenti tra la soddisfazione generale la seconda edizione del PIPELINE & GAS EXPO (PGE), la mostra-convegno interamente dedicata ai settori del “Mid-Stream”...

Sonatrach e Sinopec collaborano per la perforazione di nuovi pozzi petroliferi

La compagnia degli idrocarburi di stato algerina, Sonatrach, ha firmato un contratto per lo sviluppo di un giacimento petrolifero nell'estremo sud-est del Paese con...

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

La compagnia petrolifera Vista, gestita da Miguel Galuccio (ex direttore della compagnia statale argentina YPF), ha investito 150 milioni di euro allo scopo di sviluppare una cava che fornisca sabbia per il fracking, il procedimento mediante il quale gli idrocarburi non convenzionali vengono estratti dal substrato roccioso.

La compagnia Vista nei primi nove mesi del 2021 ha registrato ricavi per 400 milioni di euro, contro i 160 milioni dello stesso periodo della pandemia dell’anno precedente.

All’inizio di dicembre, la società aveva annunciato che investirà 2 miliardi di euro fino al 2026 e darà la priorità alla Bajada del Palo Oeste, un’area che l’azienda dispone nella zona di Vaca Muerta e che costituisce il suo progetto più importante.

Nell’area di Bajada del Palo Oeste, la compagnia prevede di aumentare il numero di perforazioni da 20 pozzi del 2021 a un totale previsto di 40 entro il 2026.

La compagnia petrolifera, che ha un inventario di 700 pozzi, prevede di raggiungere in quell’anno una produzione totale di 80.000 barili di petrolio equivalente al giorno, vale a dire il doppio del volume stimato per il 2021.

OilGasNews vi invita alla seconda edizione di PIPELINE & GAS EXPO, la prima mostra-convegno Italiana dedicata interamente ai settori del mid-stream e delle reti distributive GAS, OIL & WATER. A Piacenza Expo, dal 8 al 10 Giugno 2022.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Oltre 5.000 visitatori per Pipeline & Gas Expo e Hydrogen Expo

Chiudono i battenti tra la soddisfazione generale la seconda edizione del PIPELINE & GAS EXPO (PGE), la mostra-convegno interamente dedicata ai settori del “Mid-Stream”...

Sonatrach e Sinopec collaborano per la perforazione di nuovi pozzi petroliferi

La compagnia degli idrocarburi di stato algerina, Sonatrach, ha firmato un contratto per lo sviluppo di un giacimento petrolifero nell'estremo sud-est del Paese con...

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...