domenica, Maggio 19, 2024

Bolivia. La vendita di urea in tre mesi di produzione supera 45 milioni di euro

Must read

Fabio Belli è vicepresidente esecutivo e COO di Kerry Project Logistics

Nuovo incarico di assoluto prestigio per Fabio Belli, dopo la conclusione dell’esperienza in Fagioli come CEO della società. L’approdo di oggi è in Kerry Project Logistics...

Scambio di asset tra Equinor e Petoro

Equinor e Petoro, società interamente controllata dal governo norvegese, hanno stipulato un accordo per lo scambio di asset a valore neutro nell'area di Haltenbanken. “Abbiamo...

Rosetti Marino ottiene un contratto FEED da INEOS E&P

L'azienda ravennate Rosetti Marino, che si occupa di fornire servizi di ingegneria e costruzione a vari settori industriali, si è aggiudicata dalla danese INEOS...

BP concede una boccata d’aria ai bilanci azeri

BP, colosso petrolifero britannico, ha annunciato di aver avviato la produzione di petrolio e gas nella nuova piattaforma petrolifera costruita nel giacimento Azeri-Chirag-Deepwater Gunashli...

Dal riavvio delle operazioni dell’impianto di ammoniaca e urea (PAU), le vendite del fertilizzante prodotto dalla compagnia petrolifera nazionale (YPFB) hanno raggiunto 45 milioni di euro in tre mesi, un periodo in cui sono state prodotte 86.550 tonnellate di fertilizzante a partire dal gas naturale.

Allo stesso modo, Delgadillo ha affermato che il reddito stimato dalla vendita di urea nei mercati interni ed esterni per la gestione 2022 raggiungerà i 260 milioni di euro.

La situazione di aumento dei prezzi nel mercato dei fertilizzanti, a livello mondiale, pone l’urea con i migliori prezzi degli ultimi 15 anni. Quindi gli indicatori di prezzo dei principali fornitori nel mercato mondiale gestiscono prezzi superiori a 705 euro a tonnellata.

Per la gestione del 2022 è previsto che l’impianto di Bulo Bulo operi ad una capacità media dell’85%, che garantisce una produzione annuale di circa 590.000 tonnellate di urea. Di questo volume, circa l’8% è destinato a soddisfare la domanda del mercato interno (46.000 ton) e l’eccedenza (544.000 ton) sarà destinata ai mercati di esportazione come Brasile, Argentina, Paraguay, Uruguay e Perù.

OilGasNews vi invita alla seconda edizione di PIPELINE & GAS EXPO, la prima mostra-convegno Italiana dedicata interamente ai settori del mid-stream e delle reti distributive GAS, OIL & WATER. A Piacenza Expo, dal 8 al 10 Giugno 2022.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Fabio Belli è vicepresidente esecutivo e COO di Kerry Project Logistics

Nuovo incarico di assoluto prestigio per Fabio Belli, dopo la conclusione dell’esperienza in Fagioli come CEO della società. L’approdo di oggi è in Kerry Project Logistics...

Scambio di asset tra Equinor e Petoro

Equinor e Petoro, società interamente controllata dal governo norvegese, hanno stipulato un accordo per lo scambio di asset a valore neutro nell'area di Haltenbanken. “Abbiamo...

Rosetti Marino ottiene un contratto FEED da INEOS E&P

L'azienda ravennate Rosetti Marino, che si occupa di fornire servizi di ingegneria e costruzione a vari settori industriali, si è aggiudicata dalla danese INEOS...

BP concede una boccata d’aria ai bilanci azeri

BP, colosso petrolifero britannico, ha annunciato di aver avviato la produzione di petrolio e gas nella nuova piattaforma petrolifera costruita nel giacimento Azeri-Chirag-Deepwater Gunashli...

Vard (Fincantieri) costruirà una Ocean Energy Construction Vessel a propulsione ibrida per Island Offshore

Vard, controllata di Fincantieri, ha siglato un accordo con Island Offshore, armatore norvegese che opera nel mercato Oil & Gas e delle rinnovabili, per la progettazione e costruzione di...