venerdì, Aprile 23, 2021

CONTE: IL GASDOTTO TAP E’ STRATEGICO PER L’ITALIA, MA CI SONO INQUIETUDINI DELLE COMUNITA’ LOCALI

Must read

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...

Il Governo italiano è “pienamente consapevole” dell’importanza strategica del gasdotto TAP (Trasn-Adriatic-Pipeline), me è altrettanto conscio delle inquietudini che l’opera ha generato in alcune delle comunità locali dell’area in cui deve terminare la condotta.

Lo ha dichiarato il Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, durante la conferenza stampa tenuta a Washington al termine dell’incontro ufficiale tra il premier italiano e il Presidente americano Donald Trump.

“Siamo pienamente consapevoli che il TAP è un’opera strategica per l’approvvigionamento energetico dell’Italia e di tutto il Sud Europa” ha detto Conte. “Come siamo consapevoli che il nuovo gasdotto potrà contribuire al rinnovamento energetico e alla decarbonizzazione, che sono obbiettivi chiaramente indicati nel nostro programma di Governo”.

D’altra parte – ha proseguito il premier – “ho rappresentato al Presidente Trump che ci sono alcune inquietudini da parte delle comunità locali sul punto in cui approderà la condotta”.

Per affrontare il problema, Conte ha quindi annunciato: “Non appena possibile, io e i ministri competenti ci recheremo in Puglia per incontrare le comunità interessate e trovare una soluzione che possa tenere in considerazione tutte le istanze e gli interessati”.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...

Petrobras cerca operatori internazionali per assegnare la gestione del terminal di rigassificazione Bahia LNG

Procede il processo avviato dalla corporation petrolifera statale brasiliana Petrobras per affidare la gestione del terminal di rigassificazione offshore Bahia LNG. La procedura, partita nella...