domenica, Marzo 7, 2021

COROANVIRUS: L’OFFSHORE TECHNOLOGY CONFERENCE DI HOUSTON POSTICIPATA DA MAGGIO AD AGOSTO 2021

Must read

Snam punta sulla ‘pipeline virtuale’ per metanizzare la Sardegna: bando per la fornitura di navi gasiere

Tramontata l’ipotesi della cosiddetta ‘dorsale sarda’ – il gasdotto che avrebbe dovuto percorrere da nord a sud tutta l’isola trasportando il gas naturale –...

L’OPEC+ orientato a non aumentare (ancora) l’output petrolifero, e il prezzo del barile sale

Il prezzo del barile di petrolio è salito oggi (Brent +1,5% e WTI + 1,7%), sospinto dalla notizia che nel corso del prossimo meeting,...

Baker Hughes e Akastor fondono i rispettivi business a servizio dell’industria offshore

I due gruppi Baker Hughes e Akastor hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per integrare i rispettivi business nel settore delle perforazioni offshore. In...

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL...

Ancora troppa incertezza legata alla futura evoluzione della pandemia di coronavirus e, quindi, anche alle misure di contenimento messe in atto dai Governi a livello globale.

E’ per questo che il Board of Directors dell’Offshore Technology Conference – conferenza internazionale sull’industria offshore che si svolge ogni anno a Houston (Texas) nei primi giorni di maggio – hanno deciso di posticipare l’edizione 2021.

Una nuova misura, dopo quella inevitabile che aveva cancellato l’edizione dello scorso anno, in pieno infuriare dell’epidemia, che è stata appena comunicata: l’OTC il prossimo anno si svolgerà dal 16 al 19 agosto, “in conseguenza delle perduranti sfide poste del Covid-19 e in considerazione dell’importanza che per noi rivestono la salute e la sicurezza di partner, visitatori, espositori, staff e di tutta la comunità” si legge in una nota diffusa degli organizzatori dell’evento.

Nelle prossime settimane verranno contattati tutti gli autori, i relatori dei convegni, gli espositori e gli altri partner per poter sviluppare un’edizione della conferenza internazionale, sia in presenza che su piattaforme virtuali, che continui a costituire un luogo ideale di scambio di opinioni e di esperienze tra i professionisti dell’industria energetica.

“Posticipando l’OTC 2021 alla seconda metà dell’anno – si conclude la nota – cerchiamo di preservare il significativo lavoro svolto dal comitato organizzativo dell’evento e di minimizzare l’impatto economico che questa decisione potrà avere sulla comunità di Houston e su tutta l’industria e livello globale”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Snam punta sulla ‘pipeline virtuale’ per metanizzare la Sardegna: bando per la fornitura di navi gasiere

Tramontata l’ipotesi della cosiddetta ‘dorsale sarda’ – il gasdotto che avrebbe dovuto percorrere da nord a sud tutta l’isola trasportando il gas naturale –...

L’OPEC+ orientato a non aumentare (ancora) l’output petrolifero, e il prezzo del barile sale

Il prezzo del barile di petrolio è salito oggi (Brent +1,5% e WTI + 1,7%), sospinto dalla notizia che nel corso del prossimo meeting,...

Baker Hughes e Akastor fondono i rispettivi business a servizio dell’industria offshore

I due gruppi Baker Hughes e Akastor hanno annunciato di aver raggiunto un accordo per integrare i rispettivi business nel settore delle perforazioni offshore. In...

Dal 2022 Total potrà rifornire di GNL le navi nel porto di Singapore

La Port Authority di Singapore ha annunciato di aver concesso al gruppo Total una nuova autorizzazione per svolgere le operazioni di bunkeraggio di GNL...

Saipem: rosso di oltre 1 miliardo nel 2020, ma l’azienda conferma l’impegno nella transizione energetica

La pandemia di coronavirus ha pesato in misura considerevole sui conti di Saipem, che ha chiuso il 2020 con un rosso superiore al miliardo...