lunedì, Luglio 4, 2022

Dopo lo stop dovuto al Covid la Saipem 12000 riprende le perforazioni al largo del Mozambico

Must read

Oltre 5.000 visitatori per Pipeline & Gas Expo e Hydrogen Expo

Chiudono i battenti tra la soddisfazione generale la seconda edizione del PIPELINE & GAS EXPO (PGE), la mostra-convegno interamente dedicata ai settori del “Mid-Stream”...

Sonatrach e Sinopec collaborano per la perforazione di nuovi pozzi petroliferi

La compagnia degli idrocarburi di stato algerina, Sonatrach, ha firmato un contratto per lo sviluppo di un giacimento petrolifero nell'estremo sud-est del Paese con...

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

Dopo 8 mesi di stop causato dalla pandemia di coronavirus, sono ormai prossime a ripartire le attività di perforazione offshore della drillship Saipem 12000 di Saipem al largo delle coste del Mozambico, per conto dell’Eni.

Il progetto prevede lo sfruttamento, tramite la Coral South FLNG, delle riserve di gas scoperte nell’Area 4 della Rovuma Basin dal gruppo italiano, che è anche l’azionista di riferimento di Mozambique Rovuma Venture (MRV), joint-venture di cui fanno parte anche ExxonMobil e la cinese CNPC che opererà il giacimento.

Eni aveva affidato a Saipem il contratto per le attività di drilling nel 2017, ma le operazioni al largo dalla costa africana erano iniziate soltanto a settembre 2019, per interrompersi ad aprile 2020 a causa della pandemia di Covid-19.

Ora però – riferiscono diverse testate internazionali – l’Instituto Nacional de Petróleo (INP) ha annunciato che la Saipem 12000 è arrivata a Pemba lo scorso 5 gennaio, e che riprenderà le attività offshore nel giro di pochi giorni, non appena saranno espletate le formalità burocratiche e sarà completato l’imbarco dei materiali e del personale.

Nel frattempo prosegue, da parte del cantiere navale sudcoreano Samsung Heavy Industries, la costruzione della Coral Sul, la FLNG (Floating liquefied natural gas) che verrà installata nell’Area 4 per processare il gas estratto dal fondale marino. Lo scafo era già stato varato a gennaio 2020 e lo scorso maggio Samsung ha sollevato e installato il topside. Ora sono in corso tutte le procedure di integrazione tra le due componenti principali dell’unità, che secondo i programmi dovrebbe entrare in servizio in Mozambico nel 2022. Recentemente Eni ha anche noleggiato due PSV (Platform Supply Vessel) della compagnia olandese Vroon Offshore per assistere la Saipem 12000 nelle attività di drilling in corso.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Oltre 5.000 visitatori per Pipeline & Gas Expo e Hydrogen Expo

Chiudono i battenti tra la soddisfazione generale la seconda edizione del PIPELINE & GAS EXPO (PGE), la mostra-convegno interamente dedicata ai settori del “Mid-Stream”...

Sonatrach e Sinopec collaborano per la perforazione di nuovi pozzi petroliferi

La compagnia degli idrocarburi di stato algerina, Sonatrach, ha firmato un contratto per lo sviluppo di un giacimento petrolifero nell'estremo sud-est del Paese con...

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...