lunedì, Ottobre 3, 2022

Draghi – Aumentare le rinnovabili e raddoppiare la capacità del TAP per essere meno dipendenti dal gas Russo

Must read

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Aumentare e diversificare le fonti di energia per essere meno dipendenti dal gas russo, contrastando una crisi energetica imminente.

Questa è il principale obiettivo per l’Italia in uno scenario di crisi mondiale secondo il Premier Draghi che, in data odierna, è intervenuto al Senato dichiarando: “Dobbiamo prima di tutto puntare su un aumento deciso della produzione di energie rinnovabili come facciamo nell’ambito del programma <Next Generation EU>. Dobbiamo continuare a semplificare le procedure per i progetti onshore e offshore come stiamo già facendo e investire sullo sviluppo del biometano”.

Il Premier ha poi ipotizzato il possibile raddoppio della capacità del gasdotto TAP, il Gasdotto Trans-Atlantico che trasporta in Europa il gas naturale estratto in Azerbaijan.

Con una lunghezza di 878 Km, il TAP attraversa la Grecia, l’Albania, il Mar Adriatico per poi collegarsi alla rete italiana nel Sud Italia, in Puglia, con una capacità attuale di circa 10 miliardi di metri cubi l’anno; tramite l’installazione di due stazioni di compressione e modifiche alle unità già esistenti, si potrebbe arrivare a 20 miliardi di metri cubi l’anno.

OilGasNews Vi invita alla seconda edizione di PIPELINE & GAS EXPO, la prima mostra-convegno Italiana dedicata interamente ai settori del mid-stream e delle reti distributive GAS, OIL & WATER. A Piacenza Expo, dal 8 al 10 Giugno 2022.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...