ENERGEAN VUOLE COSTRUIRE UNA NUOVA PIPELINE OFFSHORE PER IMPORTARE GAS A CIPRO

Energean Oil & Gas ha in programma di costruire un nuovo gasdotto sottomarino per distribuire sull’isola di Cipro parte del gas estratto dai giacimenti offshore israeliani.

La società (la stessa che nei mesi scorsi ha rilevato l’intera divisione Exploartion & Production del gruppo italiano Edison), tramite la sua controllata Energean International, ha già sottoposto un’istanza alle autorità cipriote per la realizzazione di una pipeline che dovrebbe collegare il blocco Karish, al largo delle coste israeliane, con il porto industriale di Vassiliko, situato circa 30 Km a est di Limassol, la capitale di Cipro.

La futura condotta dovrebbe essere lunga 215 km e trasportate sull’isola mediterranea il gas naturale estratto nel giacimento Karish North, che contiene 25 miliardi di metri cubi di risorse già scoperte.

Secondo Energean – riferisce la Reuters – l’investimento necessario per questa nuova infrastruttura energetica si aggirerà attorno ai 350 milioni di dollari e sarà finanziato direttamente dalla corporation greca con risorse proprie. Se non ci saranno intoppi o ritardi nell’iter autorizzativo dell’opera, Energean stima di poter consegnare a Cipro il ‘first gas’ tramite la nuova condotta, a prezzi competitivi, nel 2021.

“L’esecuzione di questo progetto porterà maggiore concorrenza nel mercato del gas naturale di Cipro, una riduzione del costo dell’energia e una maggiore sicurezza energetica derivante dalla diversificazione delle fonti di approvvigionamento” ha commentato in una nota il CEO di Energean Mathios Rigas. “Ci aspettiamo che la Repubblica di Cipro colga le occasioni che il mercato le offre a beneficio di tutto il sistema economico nazionale”.

Energean ha anche reso noto di aver già firmato lettere d’intenti con 3 produttori di energia indipendenti a cui è stata assegnata una licenza per costruire centrali elettriche a ciclo combinato a Cipro, inoltre la società ha ribadito che il progetto sottoposto alle autorità locali consentirebbe al Paese di consolidare il suo ruolo di hub energetico del Mediterraneo Orientale, nell’ambito dell’accordo siglato tra Cipro, Israele e Grecia per trasporta gas in Europa tramite il nuovo gasdotto East Med Pipeline.

Related posts