venerdì, Gennaio 27, 2023

ENI E LUKOIL: SCAMBIO DI PARTECIPAZIONI NELLE LICENZE OFFHSORE IN MESSICO

Must read

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

Eni e Lukoil hanno firmato un accordo per lo scambio di quote di partecipazione in tre licenze esplorative nelle acque poco profonde del Messico.

Secondo i termini dell’accordo, Eni cederà a Lukoil una partecipazione del 20% nei Production Sharing Agreement (PSC) di Area 10 e Area 14, e acquisirà una partecipazione del 40% nel PSC di Lukoil per l’Area 12. L’obiettivo dell’accordo, alla luce della vicinanza dei blocchi, è di diversificare i rischi esplorativi, accedere a maggiori opportunità e aumentare le sinergie operative. Le nuove joint venture avranno la seguente composizione: Area 10: Eni 80% (operatore), Lukoil 20%; Area 12: Lukoil 60% (operatore), Eni 40%; Area 14: Eni 40% (operatore), Citla 40% e Lukoil 20%. L’accordo è soggetto all’approvazione delle autorità messicane.

I tre blocchi sono situati nel promettente bacino del Sureste e sono stati assegnati a Eni e Lukoil nel 2017 a seguito di una gara internazionale denominata “Ronda 2.1”, organizzata dalla Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH) del Messico. La campagna esplorativa – scrive l’Eni in una nota – dovrebbe iniziare a partire dalla metà del 2019.

Eni è presente in Messico dal 2006 e ha costituito la sua controllata al 100% Eni Mexico nel 2015. Dopo l’approvazione dell’accordo odierno da parte delle autorità messicane, Eni deterrà diritti in sette blocchi di esplorazione e produzione tutti offshore: Area 1 (Eni 100% operatore), Area 7 (Eni 45% op.), Area 10 (Eni 80% op.), Area 12 (Eni 40%), Area 14 (Eni 40% op.), Area 24 (Eni 65% op.) e Area 28 (Eni 75% op.). A luglio 2018 CNH ha approvato il piano di sviluppo per le scoperte di Amoca, Miztón e Tecoalli, situate nella Area 1, che si stima contengano 2,1 miliardi di barili di olio equivalente in posto (90% olio) in rocce serbatoio di ottima qualità.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...