venerdì, Aprile 23, 2021

FINANZIAMENTI EUROPEI PER UN NUOVO GASDOTTO TRA ITALIA E MALTA

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Unione Europea ha deciso di finanziare, con 3,7 milioni di euro, lo studio di un nuovo gasdotto che dovrà collegare Malta con l’Italia.

A renderlo noto è la Commissione, che riferisce come gli Stati membri dell’UE abbiano approvato la proposta dell’esecutivo comunitario di investire un totale di 873 milioni di euro in progetti di nuove infrastrutture energetiche: “Uno degli obbiettivi primari della Commissione Junker – si legge nella nota – è quello di favorire la transazione verso fonti energetiche pulite, e uno degli strumenti per raggiungere questo obbiettivo è proprio l’aggiornamento delle infrastrutture energetiche europee”.

I fondi derivano dal programma CEF (Connecting Europe Facility), piano europeo di supporto alle infrastrutture che prevede una dotazione complessiva di 5 miliardi di euro per il periodo 2014-2020.

I progetti selezionati sono stati in tutto 17, di cui 8 nel settore elettrico (per 680 milioni di euro finanziamenti) e 9 nel settore del gas (193 milioni). Sul totale dei 17 progetti, 4 sono già prossimo alla fase di costruzione (per 723 milioni di finanziamenti) e 13 sono invece ancora in fase di studio (150 milioni).

Tra i progetti relativi all’ambito del gas c’è appunto anche lo studio della Malta-Italy Gas Interconnection, che riceverà 3.680.000 euro e il cui scopo – spiega la Commissione – è quello di porre fine all’attuale isolamento di Malta rispetto al network europeo del gas. L’ipotesi oggetto di valutazione riguarda la costruzione di un gasdotto sottomarino tra Malta e Gela, in Sicilia, e come soluzione alternativa o integrativa della pipe-line, a seconda di quelle che saranno le risultanza dell’analisi, anche l’installazione di una unità FSRU, ovvero un rigassificatore offshore.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...