mercoledì, Gennaio 19, 2022

NAPOLI: MANIFESTAZIONI D’INTERESSE PER UN NUOVO DEPOSITO DI GNL

Must read

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

Messico. Pemex riceverà le chiavi di Deer Park il 20 gennaio

Petróleos Mexicanos (Pemex) assumerà il controllo della raffineria di Deer Park, situata in Texas il 20 gennaio, questo è quanto emerge dalla chiusura dell'accordo...

Stati Uniti: Indagine energetica della Fed di Dallas

Più di 100 dirigenti di compagnie petrolifere e del gas hanno risposto all’inchiesta promossa dalla Dallas Fed Energy Survey, un’indagine condotta trimestralmente per fornire...

Anche il porto Napoli avrà un suo deposito di GNL tramite cui rifornire le navi ibride che presto inizieranno a solcare il Mediterraneo.

L’Autorità di Sistema Portuale del Mar Tirreno Centrale (Napoli, Salerno e Castellammare di Stabia) ha infatti dato avvio alla prima fase della procedura che poterà alla realizzazione del nuovo hub per il gas liquido, ovvero alla richiesta di manifestazioni d’interesse da parte degli operatori specializzati. Come la stessa authority partenopea in una nota, infatti, sul sito dell’ente è stato pubblicato il bando con la richiesta della manifestazioni d’interesse.

Questa prima fase esplorativa si concluderà entro trenta giorni dalla data di pubblicazione del documento, dopo di ché si procederà con un confronto competitivo tra le imprese che avranno sottoscritto una manifestazione d’interesse, e si avvierà la procedura concorrenziale pubblica volta all’assegnazione della concessione.

“La procedura individuata – spiega Pietro Spirito, Presidente dell’AdSP di Napoli – garantisce trasparenza e condivisione di aspetti tecnici ed è anche conseguente alle direttive europee e nazionali in materia di pianificazione energetica. Siamo giunti alla manifestazione d’interesse, mi preme sottolinearlo, dopo uno studio di pre-fattibilita’ realizzato dalla Università della Campania, Dipartimento di aggregazione del DIII e del DIUCDEA. Mediante questa analisi abbiamo individuato il perimetro di compatibilità tecnica dell’impianto nel sistema portuale di Napoli”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...

Perù. La raffineria di Talara entrerà in servizio ad aprile

La compagnia Petroperú ha annunciato che la nuova raffineria di Talara entrerà in funzione gradualmente a partire dal mese di aprile. Il complesso contribuirà...

Messico. Pemex riceverà le chiavi di Deer Park il 20 gennaio

Petróleos Mexicanos (Pemex) assumerà il controllo della raffineria di Deer Park, situata in Texas il 20 gennaio, questo è quanto emerge dalla chiusura dell'accordo...

Stati Uniti: Indagine energetica della Fed di Dallas

Più di 100 dirigenti di compagnie petrolifere e del gas hanno risposto all’inchiesta promossa dalla Dallas Fed Energy Survey, un’indagine condotta trimestralmente per fornire...

La produzione petrolifera statunitense aumenterà entro il 2023

Secondo i dati del nuovo bollettino elaborato dalla US Energy Information Administration (EIA) afferma che la produzione di petrolio degli Stati Uniti raggiungerà una...