venerdì, Gennaio 21, 2022

La corporation ADNOC di Abu Dhabi si allea con l’Eni per il trading di prodotti petroliferi raffinati

Must read

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

La Abu Dhabi National Oil Company (ADNOC) ha deciso di affiancare alla sua storica società di trading, chiamata ADNOC Trading e dedicata al commercio internazionale di petrolio greggio, una nuova entità il cui compito sarà invece quello di vendere a livello globale i prodotti raffinati derivanti dall’attività della divisione ADNOC Refining.

E, per dare vita a questa nuova iniziativa, la major degli Emirati Arabi ha deciso di allearsi con l’Eni e con l’azienda energetica statale austriaca OMW: le due aziende europee saranno infatti soci di minoranza (con il 20% quella italiana e con il 15% quella austriaca) di ADNOC Global Trading (AGT), la newco frutto di questa iniziativa che ADNOC comunque controllerà saldamente mantenendo per se il 65% del capitale.

All’evento di lancio della nuova joint-venture – avvenuto ovviamente via web a causa dell’epidemia di coronavirus – hanno preso parte il Sultano Ahmed Al Jaber, Ministro dell’Industria e della Tecnologia Avanzata degli Emirati Arabi Uniti e CEO del gruppo ADNCO, il CEO dell’Eni Claudio Descalzi e il CEO di OMW Rainer Seele.

La mission di AGT sarà quella di allargare la base internazionale di clienti per i prodotti raffinati del gruppo ADNOC (jet fuel, nafta, diesel e altri combustibili) sfruttando anche le possibili sinergie con ADNOC Logistics & Services, la compagnia marittima controllata al gruppo arabo che gestisce oltre 120 navi di diversa tipologia e potrà quindi consentire alla newco di offrire un servizio completo, comprensivo della catena logistica e anche del risk management. Inoltre, secondo quanto rivelato dalla stessa ADNOC in una nota, il controllo diretto della commercializzazione dei prodotti raffinati sarà utile alla divisione ADNOC Refining per gestire in modo più efficiente la programmazione dei volumi di output e del princing.

“Nel recente passato abbiamo definito diverse iniziative di collaborazione con ADNOC lungo tutta la catena del valore” ha ricordato l’Amministratore delegato dell’Eni Claudio Descalzi, commentando il lancio della nuova joint-venture. “La costituzione di questa dedicata al trading globale rappresenta un nuovo passaggio strategico della nostra partnership, che acquisisce così un ulteriore strumento utile a gestire al meglio le dinamiche di mercato. Il nostro contributo in termini di know-how, esperienza operativa nei processi di trading e il nostro personale altamente qualificato hanno dato un contributo determinante alla nascita di ADNOC Global Trading”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...