mercoledì, Agosto 4, 2021

L’EGITTO LIBERALIZZA IL MERCATO DEL GAS E APRE AI TRADER INTERNAZIONALI

Must read

Il 56% delle attività a rischio di Repsol si trovano in Venezuela

La compagnia petrolifera spagnola Repsol ha presentato i suoi risultati finanziari del primo semestre 2021, in cui indica che i loro asset esposti a...

Snam – I gasdotti potranno trasportare in futuro l’idrogeno prodotto dalle rinnovabili

“Domani avremo idrogeno prodotto in Nord Africa, nel Mare del Nord, con risorse solari ed eoliche e quell’idrogeno può viaggiare attraverso il sistema esistente...

Iniziano i lavori di produzione presso il pozzo East Cendor, in Malesia

A 140 chilometri dalle coste della Penisola Malese, sono stati avviati da Petrofac Malaysia Ltd. i lavori presso il pozzo East Cendor, che diventa...

Consorzio Libra e Shell Brazil – via libera alla FPSO Mero-4 nel offshore del Brasile

Il Consorzio Libra, gestito dalla brasiliana Petrobras, ha annunciato di aver raggiunto l’accordo con Shell Brasil Petroleo (Shell Brasil) per la fornitura della nave...

L’Egitto, in attesa di veder partire la produzione del mega-giacimento Zohr, scoperto e operato dall’Eni – prevista entro la fine dell’anno – ha deciso di imprimere una decisa svolta liberista al mercato nazionale del gas naturale, proponendosi come hub regionale in concorrenza con Turchia e Cipro.

Secondo quanto riportato dalla testata specializzata Petroleum Economist, infatti, il Governo del paese nordafricano, con la Legge 196 del 2017, ha dato il via alla deregulation del settore.

La norma in questione, di fatto, consente alle società private di utilizzare le infrastrutture di import e distribuzione del gas di proprietà dello Stato per le proprie attività di trading.

La compagnie potranno quindi importare, movimentare, stoccare e consegnare gas naturale, sotto il controllo di un nuovo ente governativo da creare appositamente, che sarà presieduto dal Ministro del Petrolio.

Lo scopo, come esplicitato dall’esecutivo egiziano nella stessa Legge 196, è quello di “attrarre e promuovere investimenti nelle attività legate al gas, incoraggiare un clima di concorrenza e creare un mercato competitivo in questo settore”.

Oltre a voler attrarre investimenti esteri, l’Egitto punta a creare un mercato libero e concorrenziale, senza il quale sarebbe impossibile per il Paese assumere un ruolo centrale come hub mediterraneo del gas. Obbiettivo che invece, con questa deregulation appena attuata, potrebbe essere alla portata, considerando che uno dei principali competitor in questo contesto è la Turchia, dove però – almeno al momento – non sembrano all’orizzonte liberalizzazioni di analogo tenore.

La nuova normativa egiziana renderà molto più flessibile il mercato del gas, attirando i grandi operatori del settore che ormai da tempo, a livello globale, lamentano proprio l’eccessiva rigidità di regole e contratti in questo segmento di business.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il 56% delle attività a rischio di Repsol si trovano in Venezuela

La compagnia petrolifera spagnola Repsol ha presentato i suoi risultati finanziari del primo semestre 2021, in cui indica che i loro asset esposti a...

Snam – I gasdotti potranno trasportare in futuro l’idrogeno prodotto dalle rinnovabili

“Domani avremo idrogeno prodotto in Nord Africa, nel Mare del Nord, con risorse solari ed eoliche e quell’idrogeno può viaggiare attraverso il sistema esistente...

Iniziano i lavori di produzione presso il pozzo East Cendor, in Malesia

A 140 chilometri dalle coste della Penisola Malese, sono stati avviati da Petrofac Malaysia Ltd. i lavori presso il pozzo East Cendor, che diventa...

Consorzio Libra e Shell Brazil – via libera alla FPSO Mero-4 nel offshore del Brasile

Il Consorzio Libra, gestito dalla brasiliana Petrobras, ha annunciato di aver raggiunto l’accordo con Shell Brasil Petroleo (Shell Brasil) per la fornitura della nave...

Vard Group consegna la prima nave da crociera per destinazioni polari a GNL

Vard Group, compagnia controllata da Fincantieri e uno dei leader mondiali nella progettazione di navi per il mercato offshore, ha annunciato di aver consegnato...