venerdì, Maggio 20, 2022

L’ENI OTTIENE UN NUOVO PERMESSO ESPLORATIVO NELL’OFFSHORE DELL’ARGENTINA

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

A seguito del Bid Round Internazionale “Ronda Costa Afuera n. 1” che si è tenuto il 16 aprile 2019, le autorità argentine hanno assegnato ad un consorzio guidato dall’Eni con l’80% – di cui fanno parte anche Tecpetrol S.A. e Mitsui & Co. Ltd., ognuna con il 10% – la licenza esplorativa per il blocco MLO 124.

Il Blocco MLO 124 – spiega la corporation italiana in una nota – è localizzato nel Bacino delle Malvinas, nell’offshore meridionale dell’Argentina, a circa 100 km dalla costa, e copre un’area di 4.418 km quadrati in profondità d’acqua che vanno da meno di 100m a 650m.

L’attività prevista nei quattro anni della ‘Prima Fase del Periodo Esplorativo’ consiste principalmente nell’acquisizione di prospezione geofisica tridimensionale sull’intera area del blocco e altri rilievi geofisici con metodi potenziali.

Eni è presente in Argentina dal 1991 con la sua controllata Eni Argentina Exploración y Explotación S.A., che detiene il 30% di interesse partecipativo nella concessione offshore “Tauro-Sirius”, nelle acque poco profonde della Terra del Fuoco.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...