giovedì, Maggio 13, 2021

LIBIA: ATTACCO ARMATO ALLA SEDE DELLA NATIONAL OIL COMPANY (NOC)

Must read

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

E’ durato alcune ore ed è costato la vita a 2 guardie della sicurezza, l’attacco sferrato da 6 kamikaze nella sede della compagnia libica National Oil Company (NOC), a Tripoli.

Secondo le agenzie stampa, che citano la tv satellitare Al Arabiya, le forze speciali di deterrenza (Rada) del governo d’Accordo Nazionale (GNA), hanno assunto il pieno controllo dell’edificio al termine di un’operazione che ha causato la morte di tutti gli attentatori, delle due guardie e il ferimento di 10 persone.

La dinamica degli eventi non è chiara, ma secondo quanto avrebbero riferito alcuni testimoni, gli assalitori sarebbero stati tutti di origine africana, mentre secondo i portavoce della Reda, si tratterebbe di un attentato attuato dall’ISIS.

Almeno 3 o 4 degli attentatori si sarebbero fatti saltare in aria, mentre altri 2 sarebbero stati uccisi degli forze speciali libiche intervenute per liberare l’edificio in cui ha sede la compagnia petrolifera nazionale.

Tutti i dipendenti di NOC sarebbero comunque stati portati in salvo, come avrebbe confermato lo stesso presidente della compagnia, Mustafa Sanallah, ai microfoni della tv al Libya.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...

Chevron conferma guadagni per 1,4 miliardi di dollari nel primo trimestre 2021

Il gigante petrolifero Chevron Corporation ha confermato un guadagno di 1,4 miliardi di dollari rispetto ai 3,6 miliardi del primo trimestre 2020. Nel trimestre in...

BP ha triplicato i suoi profitti nel primo trimestre 2021

La compagnia petrolifera BP ha triplicato i suoi profitti trimestrali grazie a scambi eccezionali di gas, prezzi del petrolio più alti e margini di...

La perforazione di pozzi in Messico si riduce del 73%

La Camera Nazionale di Idrocarburi (CNH) ha presentato la relazione trimestrale che riguarda le attività di perforazione dei pozzi fino al 31 marzo 2021. Nel...

Perù: riprende la produzione di petrolio nella zona settentrionale

Il Blocco 67, situato nella località di Loreto, ha ripreso le sue attività dopo un anno di paralisi a causa dei bassi prezzi del...