mercoledì, Aprile 21, 2021

L’ITALIANA CCI FORNIRA’ I CAVI ELETTRICI ALLA NUOVA FPSO LIZA DESTINY DI EXXONMOBIL

Must read

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...

Petrobras cerca operatori internazionali per assegnare la gestione del terminal di rigassificazione Bahia LNG

Procede il processo avviato dalla corporation petrolifera statale brasiliana Petrobras per affidare la gestione del terminal di rigassificazione offshore Bahia LNG. La procedura, partita nella...

L’operatore internazionale SBM Offshore, specializzato nella costruzione e nella conversione di unità FPSO (Floating Production Storage and Offloading Unit), ha affidato all’azienda italiana CCI-CableService Italy l’intero contratto di fornitura per i cavi elettrici della FPSO Liza Destiny, destinata alla major americana ExxonMobil.

Attualmente il cantiere navale Keppel di Singapore sta trasformando una petroliera very large crude carrier (VLCC), che poi diventerà la FPSO Liza Destiny e che SBM Offshore noleggerà a ExxonMobil per lo sfruttamento del giacimento Liza, 200 Km al largo della coste della Guyana.

CCI-CableService Italy, specializzata nella fornitura di cavi elettrici e già storico partner del gruppo connazionale Fincantieri, è stata incaricata della fornitura in loco di tutti i cavi elettrici necessari per il funzionamento della nuova FPSO: la consegna del materiale avverrà nella seconda metà di marzo.

Questo contratto, del valore complessivo di circa 4 milioni di euro, è – secondo quanto dichiarato dal CEO dell’azienda italiana Gianpaolo Brambilla – “un’ulteriore conferma della nostra solida relazione di lunga durata con SBM Offshore, e costituisce un riconoscimento da parte del mercato dell’alta qualità dei nostri prodotti dedicati all’industria marittima e offshore”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...

Petrobras cerca operatori internazionali per assegnare la gestione del terminal di rigassificazione Bahia LNG

Procede il processo avviato dalla corporation petrolifera statale brasiliana Petrobras per affidare la gestione del terminal di rigassificazione offshore Bahia LNG. La procedura, partita nella...

PAROLE DI SCIENZA (a cura di Roberto Vacca) Il degrado culturale corrompe il nostro pensare

Se eri considerato una persona colta vari decenni fa , e anche se hai provato ad aggiornarti, ti senti come lo scemo del villaggio...