mercoledì, Maggio 25, 2022

MAIRE TECNIMONT ANNUNCIA NUOVI CONTRATTI PER 360 MILIONI DI DOLLARI

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Il gruppo italiano Maire Tecnimont ha ottenuto un serie di nuovi contratti in diverse parti del mondo, relativi ad attività di licensing, servizi di ingegneria ed EP (Engineering e Procurement), per un controvalore complessivo di 360 milioni di dollari.

Le commesse – spiega la società basata a Milano, in una nota – sono state aggiudicate da alcuni dei più importanti clienti internazionali, principalmente in Europa, Nord Africa, Medio Oriente ed Asia.

In particolare, la controllata del gruppo con sede a Mumbai Tecnimont Private Limited si è aggiudicata due contratti relativi a servizi di ingegneria per lavori elettro-strumentali per un progetto di raffinazione negli Emirati Arabi Uniti, mentre KT- Kinetics Technology si è aggiudicata un contratto per attività di Engineering e Procurement per la realizzazione di numerose unità di processo per la raffinazione in Egitto.

Inoltre, in riferimento al progetto EPC per l’impianto urea di Volgafert, già annunciato lo scorso 17 dicembre 2018, Maire Tecnimont ha rivelato che il progetto è stato inserito ora nelle acquisizioni e nel portafoglio ordini, in virtù dell’avvenuto closing finanziario.

“Questo risultato conferma la strategia di crescita nel campo dei servizi e della tecnologia nella catena del valore del downstream degli idrocarburi, dando ulteriore evidenza della validità del modello di business technology-driven del gruppo” conclude Maire Tecnimont nella sua nota.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...