sabato, Luglio 2, 2022

Messico. Negano a Eni la modifica del piano di sviluppo nei campi di Amoca, Tecoalli e Miztón

Must read

Oltre 5.000 visitatori per Pipeline & Gas Expo e Hydrogen Expo

Chiudono i battenti tra la soddisfazione generale la seconda edizione del PIPELINE & GAS EXPO (PGE), la mostra-convegno interamente dedicata ai settori del “Mid-Stream”...

Sonatrach e Sinopec collaborano per la perforazione di nuovi pozzi petroliferi

La compagnia degli idrocarburi di stato algerina, Sonatrach, ha firmato un contratto per lo sviluppo di un giacimento petrolifero nell'estremo sud-est del Paese con...

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’organo direttivo della Commissione Nazionale Idrocarburi (CNH) ha negato l’autorizzazione alla compagnia petrolifera italiana Eni a modificare il piano di sviluppo, il programma di lavoro e il budget 2021 riservato ai giacimenti di Amoca, Tecoalli e Mizton, per presentare una serie di incongruenze nella richiesta.

L’area contrattuale CNH-R01-L02-A1 / 2015 ha una superficie di 67 km2, ed è situata nelle acque poco profonde del Golfo del Messico al largo di Veracruz.

L’area dispone attualmente di otto pozzi perforati (4 a Mizton, 3 ad Amoca e 1 a Tecoalli), che già producono petrolio.

L’operatore ha richiesto la modifica a causa dei ritardi nell’esecuzione delle attività dell’attuale piano, che consentirebbe di poter avviare la FPSO.

In questa modifica, Eni prevede di perforare 28 pozzi e una serie di riparazioni attraverso i quali spera di recuperare 330 milioni di barili di petrolio e 210 miliardi di piedi cubi di gas fino alla scadenza del contratto che avverrà nel 2041.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Oltre 5.000 visitatori per Pipeline & Gas Expo e Hydrogen Expo

Chiudono i battenti tra la soddisfazione generale la seconda edizione del PIPELINE & GAS EXPO (PGE), la mostra-convegno interamente dedicata ai settori del “Mid-Stream”...

Sonatrach e Sinopec collaborano per la perforazione di nuovi pozzi petroliferi

La compagnia degli idrocarburi di stato algerina, Sonatrach, ha firmato un contratto per lo sviluppo di un giacimento petrolifero nell'estremo sud-est del Paese con...

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...