martedì, Febbraio 7, 2023

Petrobras cerca operatori internazionali per assegnare la gestione del terminal di rigassificazione Bahia LNG

Must read

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Procede il processo avviato dalla corporation petrolifera statale brasiliana Petrobras per affidare la gestione del terminal di rigassificazione offshore Bahia LNG.

La procedura, partita nella seconda metà dello scorso anno, è entrata ora nella seconda fase, con il gruppo energetico carioca che ha lanciato una call per l’affidamento della struttura tra una serie di aziende che si erano pre-qualificate nel corso del primo step del procedimento.

Petrobras ha sottolineato che il noleggio a terzi di questa infrastruttura è in linea con la strategia aziendale di miglioramento dell’allocazione del capitale, che mira anche a creare un contesto più favorevole all’ingresso di nuovi investitori nel mercato nazionale del gas naturale. Il terminal oggetto della procedura è costituito da un pontile dotato di tutti i necessari equipaggiamenti per consentire l’ormeggio di una Floating Storage and Regasification Unit (FSRU) e di navi gasiere per l’approvvigionamento del GNL. La capacità massima dell’impianto di rigassificaziine può arrivare fino a 20 milioni di metri cubi al giorno. La struttura è inoltre connessa, tramite una pipeline dedicata lunga 45 km, alla rete terrestre presso i due punti di accesso di São Francisco do Conde Pressure Reducing Station e di São Sebastião do Passé Flow Control Station.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...