giovedì, Maggio 19, 2022

SAIPEM: NUOVI CONTRATTI OFFSHORE IN AZERBAIJAN, MARE DEL NORD E CONGO PER 400 MILIONI DI DOLLARI

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Ammonta a 400 milioni di dollari il valore complessivo del nuovo ‘giro’ di contratti E&C (Engineering & Construction) che Saipem ha ottenuto nei giorni scorsi in Azerbaigian, nel Mare del Nord e nella Repubblica del Congo.

In Azerbaigian – spiega l’azienda di San Donato Milanese in una nota – Total ha assegnato un contratto SURF al consorzio tra la controllata di Saipem, Saipem Contracting Netherlands BV, Boshelf LLC e STAR GULF FZCO per lo sviluppo del campo di Absheron gestito da JOCAP, una JV tra TOTAL E&P Absheron (50%) e SOCAR Absheron (50%), tra i 10 e i 500 metri di profondità, nel Mar Caspio. Lo scopo del lavoro comprende l’ingegneria, l’approvvigionamento, la costruzione e l’installazione, l’assistenza al commissioning e al collaudo di una flowline di produzione da 12 pollici, della sua struttura terminale (FLET – Flowline End Termination) e del relativo cavo ombelicale, entrambi lunghi circa 34 chilometri.

A Saipem sono stati, inoltre, assegnati lavori da Humberside Gathering System Limited, per conto dei Tolmount Development Partners (Premier Oil e Dana Petroleum) per l’ingegneria delle condotte, l’approvvigionamento, la costruzione e l’installazione (EPCI) in relazione allo sviluppo del principale campo di gas Tolmount, situato nella parte meridionale del Mare del Nord.

Infine, Saipem, attraverso la sua controllata Boscongo SA, ha ottenuto un contratto di Modification, Maintenance and Operations (MMO) da Eni Congo SA per la fornitura di servizi di manutenzione, modifiche e migliorie di tutti i siti offshore di Eni Congo nella Repubblica del Congo per un periodo di 36 mesi. Lo scopo del lavoro include attività di manutenzione in loco, come interventi di urgenza, la manutenzione pianificata e non, nonché la fornitura di pezzi di ricambio, materiali e servizi di officina presso il cantiere di Boscongo (Pointe Noire).

Stefano Porcari, Chief Operating Officer della Divisione E&C Offshore di Saipem ha commentato: “Questi nuovi contratti offshore confermano il successo di Saipem nella realizzazione della strategia volta a consolidare la sua leadership nei mercati tradizionali quali SURF, convenzionale e pipeline, nonché a diversificare la propria attività nei segmenti Non-Oil Capex, come il mercato Modification Maintenance Operations. Il contratto SURF, in particolare, conferma l’importanza dell’Azerbaigian, dove lavoriamo con continuità da molti anni, portando la nostra esperienza per creare un rapporto duraturo e proficuo con il paese, nonché contribuendo a consolidare il nostro impegno nel local content”.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...