venerdì, Maggio 20, 2022

SAIPEM OTTIENE OK DELL’UGANDA AL PROGETTO PER LA RAFFINERIA DI KABAALE

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Fa un ulteriore passo avanti il progetto di una nuova raffineria da realizzare a Kabaale, nel distretto di Hoima, in Uganda, a cui Saipem partecipa come partner tecnico.

Nei giorni scorsi, infatti, proprio presso la sede del contractor italiano a San Donato Milanese, una delegazione del Governo dell’Uganda guidata dal ministro dell’energia e dello sviluppo minerario Irene Nafuna Muloni ha incontrato l’Albertine Graben Refinery Consortium (AGRC), l’entità costituita da YAATRA Africa, LionWorks Group e Baker Hughes General Electric (BHGE) che sta portando avanti il progetto della nuova raffineria da 60.000 barili al giorno di capacità, affiancata da Saipem come fornitore di servizi per l’esecuzione sia della fase FEED che di quella EPC del progetto.

Durante l’incontro, il ministro Muloni ha approvato la proposta per una soluzione tecnica sviluppata da Saipem, come contemplato nel Project Framework Agreement (PFA) firmato ad aprile 2018 tra il Governo dell’Uganda, il consorzio AGRC e la stessa Saipem. Il ministro si è anche congratulato con AGRC per il raggiungimento di questo importante obbiettivo nei tempi previsti.

Saipem era rappresentata per l’occasione da Maurizio Coratella, COO della divisione Onshore E & C di Saipem, che ha espresso la sua soddisfazione per l’avanzamento del progetto.

Rajakumari Jandhyala, CEO of YAATRA Africa, leader del consorzio, ha confermato che tutte le attività preparatorie sono state completate e che a questo punto, con l’approvazione formale, AGRC può partire con la successiva fase di sviluppo del FEED.

La Final Investment Decision dovrebbe essere presa entro la fine dell’anno.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...