venerdì, Gennaio 21, 2022

TechnipFMC annuncia i dettagli finanziari dello ‘spin-off’ di Technip Energies

Must read

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Il contractor internazionale TechnipFMC ha annunciato le tempistiche e le modalità con cui verrà effettuato lo spin-off del business legato al settore energetico, che di fatto porterà alla separazione completa tra la stessa TechnipFMC, che resterà un fornitore integrato di servizi e tecnologie, e la nuova entità Technip Energies, il cui core business si focalizzerà sui servizi ingegneristici e di consulenza tecnologica per il comparto dell’energia e per attività sia onshore che offshore.

Il titolo TechnipFMC, nella sua attuale conformazione, potrà essere scambiato fino al 12 febbraio prossimo sulle Borse di New York e Parigi, dove è quotato. Tra il 16 e il 17 febbraio, tutti gli azionisti della società (a far data dal 12 febbraio), riceveranno una azione di Technip Energies per ogni 5 azioni TechnipFMC detenute. Da quel momento in poi i due titoli verranno scambiati in modo completamente indipendente alla New York Stock Exchange e alla Euronext Paris.

TechnipFMC, nata soltanto nel 2017 dalla fusione della francese Technip e della statunitense FMC Technologiesm, aveva già annunciato questa profonda riorganizzazione del business nell’estate del 2019, prevedendo di completare la separazione delle due ‘anime’ della società entro la prima metà del 2020. Un programma che, evidentemente, ha subito un’inevitabile dilatazione delle tempistiche a causa degli effetti della pandemia di coronavirus, ma che ora è giunto a compimento non solo dal punto di vista organizzativo, ma anche da quello strettamente finanziario.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...