L’ENI OTTIENE UN NUOVO PERMESSO ESPLORATIVO NELL’OFFSHORE DELL’ARGENTINA

A seguito del Bid Round Internazionale “Ronda Costa Afuera n. 1” che si è tenuto il 16 aprile 2019, le autorità argentine hanno assegnato ad un consorzio guidato dall’Eni con l’80% – di cui fanno parte anche Tecpetrol S.A. e Mitsui & Co. Ltd., ognuna con il 10% – la licenza esplorativa per il blocco MLO 124.

Il Blocco MLO 124 – spiega la corporation italiana in una nota – è localizzato nel Bacino delle Malvinas, nell’offshore meridionale dell’Argentina, a circa 100 km dalla costa, e copre un’area di 4.418 km quadrati in profondità d’acqua che vanno da meno di 100m a 650m.

L’attività prevista nei quattro anni della ‘Prima Fase del Periodo Esplorativo’ consiste principalmente nell’acquisizione di prospezione geofisica tridimensionale sull’intera area del blocco e altri rilievi geofisici con metodi potenziali.

Eni è presente in Argentina dal 1991 con la sua controllata Eni Argentina Exploración y Explotación S.A., che detiene il 30% di interesse partecipativo nella concessione offshore “Tauro-Sirius”, nelle acque poco profonde della Terra del Fuoco.

Related posts