lunedì, Luglio 22, 2024

Ansaldo Energia avvia la turbina a gas AE94.3A nella nuova centrale IREN di Turbigo

Must read

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

In base al Comunicato Stampa – Ansaldo Energia, azienda leader nel settore della generazione di energia e controllata all’88% da Cassa Depositi e Prestiti, ha completato la fase di cold commissioning della turbina a gas AE94.3A costruita e installata nella nuova centrale IREN di Turbigo. Con questa operazione, Ansaldo Energia è ora in grado di dare il via alla fase di messa in servizio a caldo, iniziata con l’accensione della turbina (prima accensione) e tutte le operazioni accessorie per la messa in servizio.

Il lavoro in sinergia tra i locali tecnici ed elettrici ha permesso di raggiungere l’obiettivo prefissato: generare la “prima fiamma” nella camera di combustione e accelerare la turbina fino ad una velocità di circa 42 Hertz, abilitando così i necessari controlli sulla combustione e la pompatura delle tubazioni del gas premiscelato nella macchina.

La prima accensione è un momento cruciale per il funzionamento della turbina a gas e per il controllo dei sistemi ausiliari ed è la prima di una serie di eventi che porteranno alla messa in servizio del ciclo combinato.

Il passo successivo sarà la prima sincronizzazione, ovvero portare la turbina a 3.000 giri/min (50 Hertz) e, dopo i test elettrici sul generatore, collegarsi alla rete elettrica nazionale. Il successo di questa operazione ne definirà il funzionamento definitivo e l’effettiva compatibilità con la rete. La fase successiva sarà la messa in servizio del ciclo combinato e della turbina a vapore.

OilGasNews vi invita alla seconda edizione di PIPELINE & GAS EXPO, la prima mostra-convegno Italiana dedicata interamente ai settori del mid-stream e delle reti distributive GAS, OIL & WATER. A Piacenza Expo, dal 8 al 10 Giugno 2022.

Latest article

L’importanza della sicurezza informatica e della comunicazione ad essa dedicata

È vero, in questo caso non si è trattato di un attacco di sicurezza informatica. Ma il “piccolo” incidente di percorso capitato a Crowdstrike, una delle più...

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...