martedì, Settembre 28, 2021

CABOT ENERGY OTTIENE LA ‘VIA’ PER IL POZZO VESTA, NELL’OFFSHORE DELLA SICILIA

Must read

Exxon pagherà 340.000 euro per gli audit del progetto Payara

In base alla licenza di produzione del campo di Payara, Esso Exploration de Petróleo e Production Guyana Limited pagheranno alla Guyana 340.000 euro all'anno...

PDVSA autorizza l’importazione di sei milioni di litri di gasolio dalla Colombia

Un anno e mezzo fa la Camera petrolifera del Venezuela aveva chiesto l'importazione di combustibili dalla Colombia, ma la richiesta ha trovato molti ostacoli,...

ConocoPhillips acquisterà l’asset di Shell Permian per 8 miliardi di euro

La compagnia ConocoPhillips ha acquistato le attività nel bacino del Permiano di Royal Dutch Shell per un valore di 8 miliardi di euro, consolidando...

Perù. Petrotal annuncia una produzione record di 15.000 barili al giorno

La società statunitense Petrotal che gestisce il Blocco 95 in provincia peruviana di Loreto ha annunciato di aver raggiunto un record di produzione nel...

Il Ministero dell’Ambiente ha dato il suo parere positivo (con prescrizioni) nell’ambito della Valutazione di Impatto Ambientale per lo scavo del pozzo esplorativo Vesta, nell’offshore della Sicilia.

La richiesta era stata avanzata, nel 2012, dalla società britannica Northern Petroleum, che lo scorso anno è stata acquisita e quindi incorporata dalla connazionale Cabot Energy, che ha ufficialmente comunicato l’ottenimento della VIA il 25 aprile scorso (anche se il decreto del Ministero dell’Ambiente è datato 13 aprile).

Con quest’ultimo passaggio l’iter autorizzativo per la prima fase di sviluppo del giacimento è completato. A questo punto, come spiega la stessa Cabot in una nota, verrà avviato un procedimento per individuare un partner con cui sviluppare le attività di drilling del pozzo esplorativo.

“L’approvazione della VIA per il progetto Vesta – ha commentato Keith Bush, CEO di Kabot Energy – è un’ulteriore dimostrazione della nostra capacità di lavorare insieme alle autorità italiane allo sviluppo dei nostri asseti nel Paese. La società è fortemente impegnata nell’espandere e consolidare la propria presenza in Italia, e per farlo continuerà a collaborare con le autorità locali per sfruttare le opportunità già individuate nell’ambito del proprio portfolio”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Exxon pagherà 340.000 euro per gli audit del progetto Payara

In base alla licenza di produzione del campo di Payara, Esso Exploration de Petróleo e Production Guyana Limited pagheranno alla Guyana 340.000 euro all'anno...

PDVSA autorizza l’importazione di sei milioni di litri di gasolio dalla Colombia

Un anno e mezzo fa la Camera petrolifera del Venezuela aveva chiesto l'importazione di combustibili dalla Colombia, ma la richiesta ha trovato molti ostacoli,...

ConocoPhillips acquisterà l’asset di Shell Permian per 8 miliardi di euro

La compagnia ConocoPhillips ha acquistato le attività nel bacino del Permiano di Royal Dutch Shell per un valore di 8 miliardi di euro, consolidando...

Perù. Petrotal annuncia una produzione record di 15.000 barili al giorno

La società statunitense Petrotal che gestisce il Blocco 95 in provincia peruviana di Loreto ha annunciato di aver raggiunto un record di produzione nel...

Il Parlamento apre un’inchiesta sui contratti di fornitura di Petroecuador

Petroecuador ha riferito alla stampa che per soddisfare la richiesta del presidente della Commissione di Vigilanza dell'Assemblea Nazionale sulle operazioni della gestione del commercio...