venerdì, Settembre 17, 2021

E’ GIAPPONESE E DEBUTTERA’ IN TURCHIA LA PIU’ GRANDE UNITA’ FSRU DEL MONDO

Must read

Costi del gas in aumento e corsa alla transizione ecologica – le posizioni del Premier Draghi e del Ministro Cingolani

Decarbonizzazione e transizione alle energie rinnovabili. Ospite al quindicesimo forum economico italo-tedesco “Ripartiamo con l’Italia”, svoltosi di recente a Cernobbio, il Presidente del Consiglio Mario...

Edison e Snam insieme a Saipem e Alboran per il Progetto Green Hydrogen Valley in Puglia

Edison e Snam hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) insieme a Saipem e Alboran Hydrogen, che già avevano sottoscritto un accordo di collaborazione lo...

Messico. Il presidente Lopez Obrador vuole promulgare la nuova legge della riforma energetica

Andrés Manuel López Obrador, presidente del Messico, ha annunciato che la riforma costituzionale in materia energetica sarà consegnata alla Camera dei Deputati entro la...

Stati Uniti. La IEA prevede che la domanda globale di petrolio aumenterà di 5 milioni di barili nel 2021

In base all’ultimo rapporto pubblicato dall'Agenzia Internazionale per l'energia (IEA), la domanda mondiale di petrolio dovrebbe recuperare di 1,6 milioni di barili al giorno...

Non appena sarà pronta a salpare si dirigerà in Turchia per il suo primo incarico la più grande FSRU (Floating Storage and Regasification Unit) del mondo.

Si tratta della MOL FSRU Challenger, commissionata dalla compagnia marittima giapponese Mitsui O.S.K. Lines (MOL) e costruita dai cantieri sudcoreani Daewoo Shipbuilding & Marine Engineering (DSME) che la consegneranno all’armatore entro la fine del mese di ottobre.

Presso gli stabilimenti di Okpo nei giorni scorsi si è già svolta la cerimonia di battesimo del terminale galleggiante, che con i suoi 263.000 metri cubi di capacità di stoccaggio sarà la più grande FSRU operativa al mondo, una volta entrata in funzione. Di tutti i mezzi analoghi attualmente operativi, infatti, i più piccoli hanno una capacità di circa 120/130.000 metri cubi, mentre i più grandi non raggiungono i 180.000 metri cubi.

Originariamente il primo incarico avrebbe dovuto portare la MOL FSRU Challenger in Sud America, e precisamente in Uruguay, dove MOL aveva firmato lo scorso luglio un contratto di noleggio con la corporation locale Gas Sayago. Il progetto cui era destinata la nuova unità sta però accumulando significativi ritardi e così la compagnia giapponese – come ha spiegato durante la cerimonia di battesimo il Chairman e CEO Junichiro Ikeda – ha dovuto muoversi sul mercato per trovare un altro impiego in attesa dello sblocco della situazione in Uruguay.

Opportunità che è stata rapidamente individuata in Turchia, dove la MOL FSRU Challenger approderà non appena i cantieri di Okpo ne avranno ultimato la costruzione.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Costi del gas in aumento e corsa alla transizione ecologica – le posizioni del Premier Draghi e del Ministro Cingolani

Decarbonizzazione e transizione alle energie rinnovabili. Ospite al quindicesimo forum economico italo-tedesco “Ripartiamo con l’Italia”, svoltosi di recente a Cernobbio, il Presidente del Consiglio Mario...

Edison e Snam insieme a Saipem e Alboran per il Progetto Green Hydrogen Valley in Puglia

Edison e Snam hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) insieme a Saipem e Alboran Hydrogen, che già avevano sottoscritto un accordo di collaborazione lo...

Messico. Il presidente Lopez Obrador vuole promulgare la nuova legge della riforma energetica

Andrés Manuel López Obrador, presidente del Messico, ha annunciato che la riforma costituzionale in materia energetica sarà consegnata alla Camera dei Deputati entro la...

Stati Uniti. La IEA prevede che la domanda globale di petrolio aumenterà di 5 milioni di barili nel 2021

In base all’ultimo rapporto pubblicato dall'Agenzia Internazionale per l'energia (IEA), la domanda mondiale di petrolio dovrebbe recuperare di 1,6 milioni di barili al giorno...

Eni e Aeroporti di Roma collaborano per la decarbonizzazione del settore aereo

Eletto come miglior scalo in Europa e primo polo aeroportuale italiano negli ultimi tre anni, Aeroporti di Roma ha recentemente annunciato di aver firmato...