venerdì, Aprile 23, 2021

E’ IN BELGIO (ZEEBRUGGE) IL PRIMO PORTO A GARANTIRE RIFORNIMENTI REGOLARI DI GNL

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

E’ il porto belga di Zebberugge il primo scalo marittimo a garantire regolarmente la possibilità di rifornimento ship-to-ship (da nave a nave) di gas naturale liquefatto (GNL) alle navi ibride che transitano nell’area.

Nei giorni scorsi, infatti, la bettolina GNL Enegie Zeebrugge, costruita dai cantieri sudcoreani Hanjin Heavy Industries e consegnata lo scorso aprile, ha effettuato la prima operazione di bunkeraggio di gas liquido, rifornendo di questa innovativa tipologia di carburante le due navi car carrier (adibite al trasporto di veicoli) Auto Eco e Auto Energy, entrambe alimentate a GNL e di proprietà della compagnia UECC.

Le operazioni di trasferimento del combustibile dalla bettolina alle due unità cargo è avvenuto senza intoppi, contemporaneamente alla regolare attività di sbarco e imbarco della merce sui due mezzi.

La Enige Zeebrugge, che è in grado di trasportare 5.000 cmb di GNL, è di proprietà di Gas4Sea, consorzio costituito da Engie, Mitsubishi Corporation, NYK Line e Fluxys proprio per promuovere l’utilizzo del gas naturale quale carburante navale alternativo al fuel tradizionale e sostenibile dal punto di vista ambientale.

La Engie Zeebrugge si rifornisce di GNL dal terminal della stessa Fluxys, che recentemente è stato ampliato con una seconda banchina appositamente dedicata alle attività di small-scale GNL, ed è in grado di rifornire navi che stazionano nel porto belga ma anche in altre zone limitrofe della regione.

Si tratta, come spiega la stessa Gas4Sea in una nota, della prima bettolina e GNL regolarmente operativa in un porto: un primato che consente un ulteriore passo avanti per l’utilizzo del gas liquido come carburante navale, soluzione ormai sempre più diffusa all’interno dell’industria marittima.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...