venerdì, Aprile 23, 2021

EDISON OTTIENE LA ‘VIA’ PER IL SUO NUOVO DEPOSITO DI GNL A ORISTANO

Must read

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

Con il Decreto Ministeriale n. 283 del 17 ottobre scorso, il Ministero dell’Ambiente, di concerto col Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, ha definitivamente certificato l’esito positivo della procedura di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) per il progetto di un nuovo deposito di GNL nel porto di Oristano, promosso da Edison.

Si conclude così una procedura avviata a fine 2015 con la presentazione ufficiale del progetto e la richiesta di VIA alle autorità competenti, le quali, consultati i rappresentanti della Regione Sardegna e svolti tutti i necessari accertamenti, hanno decretato il via libera alla nuova infrastruttura portuale, pur allegando una serie di raccomandazione e condizioni.

Il nuovo deposito costieri sorgerà su un’area di 76.000 metri quadrati nel porto di Oristano e avrà una capacità di 10.000 metri cubi, nonché una capacità di movimentazione annua di 520000 metri cubi di gas naturale liquefatto. L’approvvigionamento dell’impianto avverrà per mezzo di navi gasiere, che – secondo le previsioni di Edison contenute nel progetto – avranno una capacità compresa tra i 7.500 e i 15.600 metri cubi, mentre la distribuzione finale del prodotto su piccola scala (small scale) avverrà sia per mezzo di bettoline da1.000/2.000 metri cubi di capacità, che effettueranno il rifornimento di navi alimentate a gas, sia tramite camion cisterna per la consegna ai clienti terrestri.

Quello di Oristano non sarà comunque l’unico nuovo deposito di GNL di cui si doterà Edison: la società controllata da Gas De France sta infatti portando avanti un analogo progetto anche nel porto di Ravenna, dove opera in partnership con il gruppo locale Petrolifera Italo Rumena.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Il RINA affiancherà il gruppo olandese Vopak nello sviluppo del business relativo al GNL

Il gruppo genovese RINA ha firmato con Vopak LNG un accordo quadro per la fornitura di servizi di ingegneria a consulenza finalizzati a supportare...

La Turchia prende in consegna la sua prima FSRU con bandiera nazionale

E’ arrivata nel porto di Dörtyol, città nella provincia di Hatay, la FSRU Ertuglrul Gazi, la terza Floating Storage and Rigassification Unit attiva nel...

L’Eni studia uno spin-off del business oil&gas in West Africa e Medio Oriente

L’Eni starebbe pensando ad uno spin-off di tutto il business oil&gas di West Africa e Medio Oriente, con l’obbiettivo di raccogliere risorse con cui...

Total rivede i suoi piani per il Sudafrica: stop a nuove esplorazioni e focus sui giacimenti già scoperti

Total ha deciso di rivedere completamente i suoi piani di investimento in Sudafrica, concentrando tempo e risorse nello sfruttamento di due giacimenti recentemente scoperti...

L’Eni ottiene una nuova concessione onshore nell’emirato di Ras Al Khaimah

L’Eni ha ulteriormente rafforzato la sua presenza negli Emirati Arabi con una nuova concessione ‘terrestre’. Il gruppo italiano, tramite la controllata locale Eni RAK, ha...