venerdì, Gennaio 21, 2022

Eni: accordo a tutto campo con la Cina su transizione energetica ed economia circolare

Must read

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Il Direttore Generale dell’International Cooperation Center della National Development and Reform Commission, Dr Huang Yong, e l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi, hanno firmato un Memorandum of Understanding (MoU) sulla cooperazione energetica alla presenza dell’Ambasciatore italiano in Cina, Luca Ferrari, in occasione del Comitato Governativo Italia-Cina.

Il MoU, firmato da Huanh Yong presso l’Ambasciata d’Italia a Pechino, stabilisce – spiega l’Eni in una nota – un quadro di cooperazione volto a favorire iniziative congiunte tra il gruppo italiano e le controparti cinesi lungo tutta la catena di valore dell’energia in Cina e a livello internazionale. Questa partnership permette a Eni e ICC-NDRC di condividere conoscenze e best practices, valutare l’impatto di politiche energetiche e regolazioni di mercato, identificare aree di interesse comune e sviluppare le relazioni con le istituzioni e le compagnie cinesi a livello nazionale, provinciale e municipale.

Alla luce del comune obiettivo di sviluppo sostenibile e transizione energetica verso la decarbonizzazione, le parti approfondiranno potenziali opportunità di collaborazione focalizzandosi su fonti energetiche a basse emissioni di carbonio, tecnologie avanzate e iniziative di economia circolare.

Eni è presente in Cina dal 1984 ed ha recentemente aperto un nuovo ufficio di rappresentanza a Pechino.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...