sabato, Luglio 31, 2021

ENI E SAIPEM INSIEME IN MOZAMBICO

Must read

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

Eni e Saipem, nei rispettivi ruoli, daranno a brevissimo avvio alle attività di sviluppo del giacimento di gas Coral, al largo del Mozambico.

Nei giorni scorsi, infatti, la corporation guidata da Claudio Descalzi ha formalizzato la decisione finale d’investimento su questo importante progetto, che prevede tra le altre cose la realizzazione di un’unità galleggiante di liquefazione ed esportazione del gas (FLNG), con una capacità di circa 3.4 Mtpa. Questo mezzo, che verrà costruito dal cantiere sudcoreano Samsung Heavy Industries, sarà protagonista di diversi primati: sarà infatti la prima FLNG del continente africano, e sarà anche la prima unità della sua tipologia il cui investimento – che in totale dovrebbe aggirarsi attorno ai 2,5 miliardi di dollari – sarà sostenuto per il 60% tramite la formula del project financing con il coinvolgimento di 15 istituti di credito e di 5 agenzie di credito all’export.

E proprio per perforare i pozzi del giacimento Coral, Eni ha affidato un contratto alla sua ormai ex-controllata (ma ancora partecipata) Saipem, che impiegherà a tale scopo la sua drillship Saipem 12000 per 15 mesi, estendibili fino a 45 mesi, a partire della metà del 2019.

Saipem ha poi ottenuto, sempre dall’Eni, altri contratti offshore che riguardano la perforazione di due pozzi al largo di Cipro, che verranno effettuate anch’esse con la Saipem 12000, a partire dal quarto trimestre 2017, mentre a seguire lo stesso mezzo si sposterà ad operare in Portogallo per attività già assegnate nel corso del 2016 e posticipate su richiesta del cliente.

Lo Scarabeo 9, invece, sarà impegnato nella perforazione di un pozzo, più un altro opzionale, nel Mar Nero. Il mezzo, in servizio dal 2011, ha in corso modifiche tecniche di natura innovativa, le cui spese sono incluse nel contratto, che ne consentiranno l’attraversamento del Bosforo.

In totale i nuovi contratti firmati da Eni e Saipem hanno un valore complessivo di 230 milioni di dollari, escluso l’esercizio delle eventuali opzioni previste.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

TotalEnergies annuncia una nuova scoperta di petrolio nel Blocco 58 al largo delle coste del Suriname

A distanza di un anno dalle scoperte di Maka Central e Sapakara West-1, TotalEnergies e Apache Energy, sussidiaria di APA Corporation, hanno annunciato una...