venerdì, Ottobre 22, 2021

ENI E SONATRACH ESTENDONO LA LORO COLLABORAZIONE IN AMBITO UPSTREAM

Must read

La produzione di petrolio in Argentina è scesa del 21% in un mese

Il Segretariato per l'Energia dell'Argentina ha riferito che la produzione di petrolio convenzionale a settembre è stata di 296.514 barili al giorno. Nello stesso mese,...

Brasile. La nuova asta ha venduto solo 5 blocchi su 92

 Il Brasile ha venduto solo cinque dei 92 blocchi offerti con nove società partecipanti, rispetto ai 17 blocchi assegnati nella precedente (2019). Grandi compagnie petrolifere...

Pemex lancia bando di gara per la certificazione delle riserve di idrocarburi

Il dipartimento di produzione e esplorazione della compagnia statale petrolifera Pemex (PEP) è alla ricerca di una agenzia per quantificare e certificare i volumi...

Il prezzo del petrolio venezuelano è aumentato del 41%

Il prezzo del greggio ha raggiunto lo scorso settembre 54,96 dollari al barile, un prezzo inferiore del 25% rispetto alla media di riferimento dell'insieme...

Eni e Sonatrach amplieranno ulteriormente la loro consolidata collaborazione, con particolare riferimento al settore upstrem.

E’ quando deciso dai vertici dei due gruppi nell’ambito di un incontro che si è svolto ad Algeri tra il Ministro dell’Energia Abdelmadjid Attar, l’Amministratore Delegato di Sonatrach, Toufik Hakkar, e quello di Eni, Claudio Descalzi.

Eni e Sonatrach hanno passato in rassegna il recente completamento della costruzione del gasdotto che collega i siti produttivi di Bir Rebaa Nord (BRN) e di Menzel Ledjmet Est (MLE) nel Bacino del Berkine, e hanno anche confermato la volontà di proseguire l’accelerazione del progetto Berkine Nord, entrato in produzione lo scorso febbraio a solo un anno dalla firma degli accordi, con l’obiettivo di esportare 6 Mscm al giorno entro la fine del 2020. I due manager hanno condiviso quindi l’impegno a continuare su un percorso di time to market accelerato facendo leva sulla disponibilità e la capacità delle società contrattiste del gruppo Sonatrach coinvolte nell’esecuzione dei lavori.

Durante l’incontro, Eni e Sonatrach hanno poi firmato, alla presenza del Ministro, un protocollo d’intesa allo scopo di ampliare la collaborazione nell’ambito delle attività upstream, che prevede un lavoro comune volto ad identificare opportunità in ambito esplorazione, sviluppo e produzione, sulla base della nuova legge Idrocarburi ed estendendo il modello di sviluppo fast track applicato con successo sul progetto del Berkine Nord.

Inoltre sono stati conclusi gli accordi per la commercializzazione del gas upstream dei Blocchi del Berkine Nord e le condizioni commerciali del contratto di importazione gas in Italia per l’anno termico 2020-21.

Durante il meeting si è anche discusso dell’installazione e della gestione d’impianti per la produzione di energia solare nei siti produttivi operati da Sonatrach e Eni. In particolare si procederà nell’immediato ad effettuare gli studi di fattibilità per l’ampliamento dell’impianto fotovoltaico di BRN realizzato a fine 2018 e per la creazione di un nuovo impianto fotovoltaico nel sito di MLE che fornirà energia pulita all’impianto trattamento gas esistente.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

La produzione di petrolio in Argentina è scesa del 21% in un mese

Il Segretariato per l'Energia dell'Argentina ha riferito che la produzione di petrolio convenzionale a settembre è stata di 296.514 barili al giorno. Nello stesso mese,...

Brasile. La nuova asta ha venduto solo 5 blocchi su 92

 Il Brasile ha venduto solo cinque dei 92 blocchi offerti con nove società partecipanti, rispetto ai 17 blocchi assegnati nella precedente (2019). Grandi compagnie petrolifere...

Pemex lancia bando di gara per la certificazione delle riserve di idrocarburi

Il dipartimento di produzione e esplorazione della compagnia statale petrolifera Pemex (PEP) è alla ricerca di una agenzia per quantificare e certificare i volumi...

Il prezzo del petrolio venezuelano è aumentato del 41%

Il prezzo del greggio ha raggiunto lo scorso settembre 54,96 dollari al barile, un prezzo inferiore del 25% rispetto alla media di riferimento dell'insieme...

Brasile vuole aumentare importazioni di gas e urea dalla Bolivia

Lo stato brasiliano del Mato Grosso ha manifestato l’interesse di acquistare gas naturale e urea della Bolivia, giustificata da una fase di crescita industriale,...