sabato, Maggio 15, 2021

ENI E SONATRACH ESTENDONO LA LORO COLLABORAZIONE IN AMBITO UPSTREAM

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Eni e Sonatrach amplieranno ulteriormente la loro consolidata collaborazione, con particolare riferimento al settore upstrem.

E’ quando deciso dai vertici dei due gruppi nell’ambito di un incontro che si è svolto ad Algeri tra il Ministro dell’Energia Abdelmadjid Attar, l’Amministratore Delegato di Sonatrach, Toufik Hakkar, e quello di Eni, Claudio Descalzi.

Eni e Sonatrach hanno passato in rassegna il recente completamento della costruzione del gasdotto che collega i siti produttivi di Bir Rebaa Nord (BRN) e di Menzel Ledjmet Est (MLE) nel Bacino del Berkine, e hanno anche confermato la volontà di proseguire l’accelerazione del progetto Berkine Nord, entrato in produzione lo scorso febbraio a solo un anno dalla firma degli accordi, con l’obiettivo di esportare 6 Mscm al giorno entro la fine del 2020. I due manager hanno condiviso quindi l’impegno a continuare su un percorso di time to market accelerato facendo leva sulla disponibilità e la capacità delle società contrattiste del gruppo Sonatrach coinvolte nell’esecuzione dei lavori.

Durante l’incontro, Eni e Sonatrach hanno poi firmato, alla presenza del Ministro, un protocollo d’intesa allo scopo di ampliare la collaborazione nell’ambito delle attività upstream, che prevede un lavoro comune volto ad identificare opportunità in ambito esplorazione, sviluppo e produzione, sulla base della nuova legge Idrocarburi ed estendendo il modello di sviluppo fast track applicato con successo sul progetto del Berkine Nord.

Inoltre sono stati conclusi gli accordi per la commercializzazione del gas upstream dei Blocchi del Berkine Nord e le condizioni commerciali del contratto di importazione gas in Italia per l’anno termico 2020-21.

Durante il meeting si è anche discusso dell’installazione e della gestione d’impianti per la produzione di energia solare nei siti produttivi operati da Sonatrach e Eni. In particolare si procederà nell’immediato ad effettuare gli studi di fattibilità per l’ampliamento dell’impianto fotovoltaico di BRN realizzato a fine 2018 e per la creazione di un nuovo impianto fotovoltaico nel sito di MLE che fornirà energia pulita all’impianto trattamento gas esistente.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...