martedì, Settembre 28, 2021

ENI E TOTAL SI ALLEANO CON SONATRACH PER ESPLORARE L’OFFSHORE DELL’ALGERIA

Must read

Exxon pagherà 340.000 euro per gli audit del progetto Payara

In base alla licenza di produzione del campo di Payara, Esso Exploration de Petróleo e Production Guyana Limited pagheranno alla Guyana 340.000 euro all'anno...

PDVSA autorizza l’importazione di sei milioni di litri di gasolio dalla Colombia

Un anno e mezzo fa la Camera petrolifera del Venezuela aveva chiesto l'importazione di combustibili dalla Colombia, ma la richiesta ha trovato molti ostacoli,...

ConocoPhillips acquisterà l’asset di Shell Permian per 8 miliardi di euro

La compagnia ConocoPhillips ha acquistato le attività nel bacino del Permiano di Royal Dutch Shell per un valore di 8 miliardi di euro, consolidando...

Perù. Petrotal annuncia una produzione record di 15.000 barili al giorno

La società statunitense Petrotal che gestisce il Blocco 95 in provincia peruviana di Loreto ha annunciato di aver raggiunto un record di produzione nel...

Eni e Total hanno stretto una nuova alleanza con Sonatracht per esplorare l’offshore dell’Algeria.

In occasione dell’Algeria Future Energy Summit in corso ad Algeri, il Presidente e Direttore Generale della società di Stato algerina Sonatrach, Abdelmoumem Ould Kaddour, l’Amministratore Delegato di Eni, Claudio Descalzi e l’Amministratore Delegato di Total, Patrick Pouyanné, hanno firmato due protocolli d’intesa che prevedono l’istituzione di una partnership esclusiva per l’esplorazione dell’offshore algerino.

In parallelo – spiega la corporation italiana in una nota – Eni e Total perseguiranno l’assegnazione di permessi di esplorazione che consentiranno di completare in tempi rapidi la valutazione del potenziale petrolifero.

“Con Sonatracht e Total avremo la possibilità di esplorare le acque profonde dell’offshore algerino, un’area in una provincia geologica praticamente inesplorata dove Eni potrà portare il contributo della esperienza maturata nel mediterraneo orientale e delle più avanzate tecnologie esplorative” ha dichiarato Claudio Descalzi, Amministratore delegato dell’Eni.

Eni è presente in Algeria dal 1981 e partecipa oggi in 32 permessi minerari con una produzione equity nel Paese di 90.000 barili di olio equivalente al giorno, che fanno della società il principale player internazionale del Paese.

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Exxon pagherà 340.000 euro per gli audit del progetto Payara

In base alla licenza di produzione del campo di Payara, Esso Exploration de Petróleo e Production Guyana Limited pagheranno alla Guyana 340.000 euro all'anno...

PDVSA autorizza l’importazione di sei milioni di litri di gasolio dalla Colombia

Un anno e mezzo fa la Camera petrolifera del Venezuela aveva chiesto l'importazione di combustibili dalla Colombia, ma la richiesta ha trovato molti ostacoli,...

ConocoPhillips acquisterà l’asset di Shell Permian per 8 miliardi di euro

La compagnia ConocoPhillips ha acquistato le attività nel bacino del Permiano di Royal Dutch Shell per un valore di 8 miliardi di euro, consolidando...

Perù. Petrotal annuncia una produzione record di 15.000 barili al giorno

La società statunitense Petrotal che gestisce il Blocco 95 in provincia peruviana di Loreto ha annunciato di aver raggiunto un record di produzione nel...

Il Parlamento apre un’inchiesta sui contratti di fornitura di Petroecuador

Petroecuador ha riferito alla stampa che per soddisfare la richiesta del presidente della Commissione di Vigilanza dell'Assemblea Nazionale sulle operazioni della gestione del commercio...