mercoledì, Dicembre 7, 2022

Equinor ed Odfjell insieme per le perforazioni subacquee.

Must read

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

Equinor Energy ha stipulato un contratto con Odfjell Drilling, società Norvegese esperta nel settore delle trivellazioni petrolifere, per la concessione del suo impianto di perforazione semisommergibile Deepsea Stavanger.

Secondo contratto, le operazioni di perforazione dovrebbero iniziare a partire dal Febbraio 2022 e vedranno coinvolti tre pozzi di esplorazione nel Mare del Nord; il tutto per una durata di 4 mesi.

Come afferma Erik G. Kirkemo, senior vice president delle operazioni, “Questa piattaforma è gemella delle altre due piattaforme Odfjell; Deepsea Atlantic, che ha trivellato per noi per molti anni, e Deepsea Aberdeen, che perforerà sul campo Breidablikk. Ci aspettiamo di acquisire esperienza attraverso le tre piattaforme, aiutandoci a raggiungere i nostri obiettivi di operazioni sempre più sicure ed efficienti

Il valore del contratto si aggira intorno ai 40 milioni di USD e vede compresi i vari servizi aggiuntivi, quali: il trattamento delle acque reflue, dei tagli di perforazione ed il funzionamento dei veicoli subacquei da remoto (ROV).

Mette Ottậy di Equinor conclude dicendo, “Dopo aver avuto un’eccellente collaborazione con Odfjell nel corso del tempo, ora stiamo rafforzando ulteriormente questa cooperazione con l’aggiunta di un altro impianto. Anche se a breve termine, il nostro obiettivo è quello di raggiungere un programma più a lungo termine”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...