martedì, Febbraio 7, 2023

EXXONMOBIL OTTIENE DUE NUOVE LICENZE ESPLORATIVE NELL’OFFSHORE DELL’EGITTO

Must read

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Il Governo egiziano ha firmato due nuovi contratti di esplorazione offshore per la ricerca di petrolio e gas con la corporation americana ExxonMobile, che prevedono un investimento minimo per le attività di perforazione dei pozzi di almeno 332 milioni di dollari, secondo quanto ha riferito all’agenzia di stampa Reuters il ministero del petrolio del Paese nordafricano.

Il primo dei due deal riguarda l’esplorazione del blocco North East Amriya, con un investimento minimo stimato di 220 milioni di dollari, mentre il secondo è invece relativo al blocco di North Marakia, per un investimento minimo di 112 milioni di dollari.

L’interesse dimostrato dalle major internazionali riguardo nuove esplorazioni nell’offshore dell’Egitto – ricorda la Reuters – è in costante crescita fin dal 2015, quando l’Eni scoprì il maxi giacimento Zohr.

Il ministero ha anche rivelato che questi accordi con ExxonMobil portano a 82 in totale il numero di contratti firmati con investitori internazionali dal 2014 ad oggi, con investimenti minimi che complessivamente raggiungono i 16 miliardi di dollari per lo scavo di 340 pozzi.

 

 

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Messico. Sette giacimenti concentrano più della metà della produzione di liquidi

Secondo i dati della Commissione Nazionale degli Idrocarburi (CNH), dei 247 giacimenti petroliferi attivi nel paese, sette concentrano la metà della produzione dei liquidi. Infatti...

Saipem – Due contratti offshore da 900 milioni di dollari

Saipem si è aggiudicata due contratti offshore per un importo complessivo di circa 900 milioni di dollari. Il primo contratto - in partnership con Aker...

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...