venerdì, Gennaio 21, 2022

Gazprom – analisti incerti nonostante l’aumento della produzione di gas

Must read

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...
I risultati della prima metà dell’anno

In seguito al forte rialzo della domanda di gas naturale in Europa, Gazprom ha recentemente dichiarato di aver aumentato la propria produzione di gas del 18%, pari a 42,4 miliardi di metri cubi (Bcm), arrivando dunque a quota 279 Bcm rispetto al primo semestre dello scorso anno.

Motivo di questo forte incremento produttivo sono le esportazioni verso l’Europa che, con un aumento del 24%, raggiungono le 107,5 Bcm di gas esportato; un risultato, afferma la compagnia, che si avvicina molto al massimo record di esportazioni in Europa nello stesso periodo nel 2018, con quasi 109 Bcm di gas.

Gazprom ha dichiarato che ad oggi, circa 19,2 Bmc di gas è stato impiegato per soddisfare fabbisogno di gas del paese e che vi è, inoltre, un aumento costante della fornitura di gas alla Cina dal giacimento di oil&gas di Chayanda, in Siberia.

Nuovi investimenti per i campi Oil&Gas

Tuttavia, dopo il calo della domanda nella prima metà del 2020 per via della pandemia, si ritiene che la capacità produttiva di alcuni grandi campi di Gazprom nella penisola del Yamal-Nenets, ormai vicini all’esaurimento, abbiano subito una battuta d’arresto.

Secondo gli analisti, la compagnia russa dovrà eseguire nuove perforazioni per raggiungere e sfruttare maggiormente i serbatoi di gas e petrolio nel suo campo principale di Bovanenkovo, anch’esso nella penisola dello Yamal.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Annunciata la possibile multa a Repsol per fuoriuscita di petrolio

Più di 18.000 metri quadrati di spiagge sono state colpite dalla fuoriuscita di circa 6.000 barili di petrolio. I sindaci di Ventanilla e Ancón...

Diminuisce la produzione nel principale asset di Pemex

Il complesso principale di Pemex (Ku-Maloob-Zaap), ha smesso di produrre circa 152.000 barili al giorno durante la prima metà del 2021. Nella prima metà di...

Nel 2021 le esportazioni di PDVSA sono aumentate del 66%

Secondo i dati di PDVSA Il livello medio delle esportazioni di petrolio dal Venezuela ha raggiunto il livello di 628.900 barili al giorno nel...

Argentina. Vaca Muerta potrebbe esportare 13.000 milioni di euro l’anno

Il presidente dell'Istituto Argentino del Petrolio e del Gas (IAPG), ha pubblicato un’analisi dello scenario del settore degli idrocarburi di fronte alla transizione energetica...

Ecuador aumenta le sue vendite annuali di petrolio del 51%

Secondo le cifre annunciate dal Ministero di Energia, il paese ha aumentato le vendite di petrolio del 51%, passando da 4.150 milioni di euro...