venerdì, Maggio 20, 2022

GLENCORE RILEVA IL BUSINESS GNL DELLA DANESE ORSTED

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Si è completata oggi, 1 dicembre, l’acquisizione del business relativo al gas naturale liquefatto del gruppo danese Orsted (ex DONG Energy) da parte di Glencore, colosso globale del trading di materie prime basato in Svizzera.

Il deal, annunciato già a fine 2019 e concretizzatosi in questi giorni, riguarda anche una serie di contratti di fornitura di GNL che dall’operatore scandinavo passeranno in capo al trader elvetico e comprende uno ‘slot’ da 3 Bcm all’anno di capacità di import di gas naturale liquefatto presso il Gate LNG Terminal, in Olanda, disponibile fino al 2031.

“Ci stiamo concentrando sempre di più sul business del GNL, come attività chiave per la strategia della nostra divisione oil&gas e la transazione definita con Orsted rappresenta un importante passo avanti in questo percorso” ha commentato Alex Sanna, Head of Oil Marketing di Glencore. “Vediamo delle ottime opportunità di business sul mercato e siamo contenti di poter sviluppare ulteriormente le nostre attività relative al GNL”.

Al momento della formalizzazione dell’operazione, gli asset GNL di Orsted, come comunicato dalla stessa azienda danese, erano costituiti dalla capacità di import presso il terminal olandese Gate LNG (prenotata nel 2007 relativamente al periodo 2011-2031) e da 5 ‘purchase agreements’ di gas naturale liquefatto.

Orsted ha anche rivelato che, al momento dell’accordo con Glencore, il suo business GNL era in perdita da diversi anni e, nelle previsioni della società danese, lo sarebbe rimasto ancora per gli anni a venire. Per questo l’azienda energetica ha deciso di cedere gli asset relativi al metano liquefatto, ormai definitivamente uscito dal portafoglio aziendale, e concentrare le proprie risorse sulle energie rinnovabili.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...