sabato, Maggio 15, 2021

GNL PER LE NAVI: LA DOMANDA CRESCERA’ ESPONENZIALMENTE NEL PROSSIMO DECENNIO

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

La domanda globale di gas naturale liquefatto (GNL) per bunkeraggio navale crescerà considerevolmente nei prossimi anni, arrivando a 9 milioni di metri cubi nel 2025 per raggiungere quota 30 milioni di metri cubi nel 2030, quando la flotta mondiale di bettoline per il rifornimento del gas avrà raggiunto le 8.000 unità (dalle 556 attuali).

Sono queste le previsioni della società specializzata Pavilion Energy, raccolte e rilanciate da S&P Global Platts.

“Stimiamo che nel 2030 Singapore avrà una quota di mercato del 20% nel GNL, in linea con la sua posizione attuale di hub mondiale del bunkeraggio navale” ha spiegato Alan Heng, managing director di Pavilion Energy per l’Asia. Secondo Heng, la crisi del coronavirus ha solo rallentato lo switch verso il GNL, così come il calo del prezzo del greggio, e quindi quello del bunker tradizionale, hanno reso meno conveniente dal punto di vista economico il passaggio a carburanti alternativi. Nonostante questo, Hang è convinto che i fondamentali del gas naturale liquefatto, come migliore soluzione per ridurre l’impatto ambientale dello shipping, siano ancora decisamente solidi.

Pavilion non appare preoccupata neanche dalle principali problematiche che notoriamente affliggono questo settore, ovvero i costi ancora elevati e la carenza di infrastrutture per il rifornimento . “Tutte questioni – secondo Heng – che si risolveranno in tempi relativamente brevi, rendendo il GNL il combustibile maggiormente adottato nell’industria marittima”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...