domenica, Settembre 25, 2022

GNL PER LE NAVI: LA DOMANDA CRESCERA’ ESPONENZIALMENTE NEL PROSSIMO DECENNIO

Must read

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

La domanda globale di gas naturale liquefatto (GNL) per bunkeraggio navale crescerà considerevolmente nei prossimi anni, arrivando a 9 milioni di metri cubi nel 2025 per raggiungere quota 30 milioni di metri cubi nel 2030, quando la flotta mondiale di bettoline per il rifornimento del gas avrà raggiunto le 8.000 unità (dalle 556 attuali).

Sono queste le previsioni della società specializzata Pavilion Energy, raccolte e rilanciate da S&P Global Platts.

“Stimiamo che nel 2030 Singapore avrà una quota di mercato del 20% nel GNL, in linea con la sua posizione attuale di hub mondiale del bunkeraggio navale” ha spiegato Alan Heng, managing director di Pavilion Energy per l’Asia. Secondo Heng, la crisi del coronavirus ha solo rallentato lo switch verso il GNL, così come il calo del prezzo del greggio, e quindi quello del bunker tradizionale, hanno reso meno conveniente dal punto di vista economico il passaggio a carburanti alternativi. Nonostante questo, Hang è convinto che i fondamentali del gas naturale liquefatto, come migliore soluzione per ridurre l’impatto ambientale dello shipping, siano ancora decisamente solidi.

Pavilion non appare preoccupata neanche dalle principali problematiche che notoriamente affliggono questo settore, ovvero i costi ancora elevati e la carenza di infrastrutture per il rifornimento . “Tutte questioni – secondo Heng – che si risolveranno in tempi relativamente brevi, rendendo il GNL il combustibile maggiormente adottato nell’industria marittima”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni compie una nuova importante scoperta di gas a largo di Cipro

Eni annuncia una importante scoperta di gas con il pozzo Cronos-1, nel Blocco 6, a circa 160 chilometri al largo di Cipro, in una...

ExxonMobil scopre nuove riserve di petrolio

Il quinto progetto nel blocco Stabroek condotto dalla compagnia ExxonMobil, prende di mira i tre grandi giacimenti di Uaru, Mako e Snoek. Il pozzo Snoek-1...

Petrobras conclude la vendita dei giacimenti di Ceará

La compagnia petrolifera statale Petrobras, ha affermato in un comunicato di aver concluso la vendita di tutte le sue partecipazioni nei giacimenti onshore di...

Talos Energy e Pemex lavorano a un piano per sviluppare il campo offshore di Zama

La compagnia petrolifera statunitense Talos Energy ha riferito in un rapporto alla Security Exchange Commission che sta lavorando fianco a fianco con Pemex per...

Pemex aiuterà a spegnere l’incendio del serbatoio di stoccaggio di petrolio a Cuba

Per ordine del Presidente del Messico, il personale specializzato della compagnia Pemex si è recato a Cuba per aiutare a estinguere l'incendio causato venerdì...