sabato, Maggio 15, 2021

IL 2017 SARA’ UN ANNO DA RECORD PER IL MERCATO DEL GNL

Must read

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Durante il 2017 le importazioni complessive di GNL (gas naturale liquefatto) cresceranno a livelli record, registrando il più alto incremento fin dal 2011.

A certificarlo sono i dati recentemente diffusi in un report di Bloomberg New Energy Finance (BNEF), secondo cui al termine dell’anno in corso l’import globale di gas liquido si attesterà ad una quota dell’8,8% superiore rispetto ai valori del 2016, l’incremento più significativo mai registrato dal 2011 ad oggi.

Tra le ragioni che spingono la domanda mondiale di GNL – secondo Bloomberg – ci sono l’incertezza sul futuro dell’energia nucleare, le riforma del sistema energetico e la crescente preoccupazione verso le questioni ambientali e l’inquinamento che si sta diffondendo in Cina. Inoltre, un fattore determinante è il costante e progressivo sviluppo di nuove strutture dedicate all’export di GNL, che stanno nascendo in Europa come negli USA.

La domanda globale di GNL dovrebbe raggiungere i 280 milioni di tonnellate all’anno già nel 2017, 22 milioni di tonnellate in più rispetto al 2016. Proiettando poi le previsioni di crescita nel medio termine, entro il 2030 secondo Bloombereg la domanda arriverà a 479 milioni di tonnellate all’anno, grazie ad un tasso di incremento che dovrebbe mantenersi stabile attorno al 4,5% nel periodo considerato.

Tra i paesi che più aumenteranno le loro importazioni ci sarà la Cina, insieme ad altre nazioni emergenti come Pakistan e Bangladesh.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Petrobras firma il contratto per la costruzione della settima unità di Búzios

Petrobras ha firmato un contratto con la società Keppel Shipyard Limited per la costruzione della piattaforma P-78, la settima unità che si installerá nel...

Oxy perde 346 milioni di dollari nel primo trimestre

Occidental Petroleum, una delle compagnie Upstream più importanti degli Stati Uniti, ha dichiarato una perdita di 346 milioni di dollari nel primo trimestre 2021. I...

IEA: le scorte di petrolio tornano a livelli più normali

Dopo quasi un anno di forte limitazione dell'offerta da parte dei paesi dell'OPEC e dei suoi alleati, le scorte petrolifere mondiali che si sono...

Shell fa una grande scoperta di petrolio nel Golfo del Messico

Con la perforazione del pozzo Leopard, Shell ha trovato un giacimento di petrolio con uno spessore di oltre 183 metri, in questo momento gli...

Il Suriname riceve offerte per meno del 50% delle zone offshore disponibili

Il Suriname ha ricevuto solo 10 offerte delle aree situate nelle acque poco profonde, ricevendo così proposte per 3 degli 8 blocchi che erano...