mercoledì, Dicembre 7, 2022

IL 2017 SARA’ UN ANNO DA RECORD PER IL MERCATO DEL GNL

Must read

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

Durante il 2017 le importazioni complessive di GNL (gas naturale liquefatto) cresceranno a livelli record, registrando il più alto incremento fin dal 2011.

A certificarlo sono i dati recentemente diffusi in un report di Bloomberg New Energy Finance (BNEF), secondo cui al termine dell’anno in corso l’import globale di gas liquido si attesterà ad una quota dell’8,8% superiore rispetto ai valori del 2016, l’incremento più significativo mai registrato dal 2011 ad oggi.

Tra le ragioni che spingono la domanda mondiale di GNL – secondo Bloomberg – ci sono l’incertezza sul futuro dell’energia nucleare, le riforma del sistema energetico e la crescente preoccupazione verso le questioni ambientali e l’inquinamento che si sta diffondendo in Cina. Inoltre, un fattore determinante è il costante e progressivo sviluppo di nuove strutture dedicate all’export di GNL, che stanno nascendo in Europa come negli USA.

La domanda globale di GNL dovrebbe raggiungere i 280 milioni di tonnellate all’anno già nel 2017, 22 milioni di tonnellate in più rispetto al 2016. Proiettando poi le previsioni di crescita nel medio termine, entro il 2030 secondo Bloombereg la domanda arriverà a 479 milioni di tonnellate all’anno, grazie ad un tasso di incremento che dovrebbe mantenersi stabile attorno al 4,5% nel periodo considerato.

Tra i paesi che più aumenteranno le loro importazioni ci sarà la Cina, insieme ad altre nazioni emergenti come Pakistan e Bangladesh.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

CNH approva le dimissioni di Repsol nei due blocchi delle acque pocoprofonde del Golfo

La compagnia spagnola in totale lascerà cinque aree nel Golfo del Messico e nemanterrà soltanto uno che si trova in acque profonde.La Commissione Nazionale...

Argentina. La giustizia autorizza l'esplorazione in mare aperto

La Corte Federale d'Appello ha autorizzato alla compagnia petrolifera nazionale YPF laripresa della ricerca di gas e petrolio nel mare argentino, stabilendo però che...

Snam acquista 5 i nuovi impianti di biogas agricolo in Veneto e Friuli Venezia-Giulia

IES Biogas, controllata di Snam4Environment, società del gruppo Snam attiva nel settore del biometano e dell'economia circolare, ha acquistato cinque impianti di biogas agricolo...

Eni si candida in UK per una licenza di stoccaggio di CO2 nel giacimento di Hewett

Eni UK annuncia di aver sottoposto alla North Sea Transition Authority (NSTA) la candidatura per una licenza di stoccaggio di anidride carbonica nel giacimento...

YPFB investirà nel sistema di distribuzione del gas naturale di Puerto Suárez

Il sistema di distribuzione del gas naturale andrà a beneficio del settore produttivo della città di Puerto Suárez (al confine con il Brasile), poiché...