domenica, Agosto 1, 2021

IL CORONAVIRUS FRENA LA CRESCITA DELL’IMPORT CINESE DI PETROLIO

Must read

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

Il Coronavirus, per il momento, non ha fermato, ma ha nettamente rallentato la costante crescita delle importazioni petrolifere cinesi: nei primi 2 mesi dell’anno, infatti, la Repubblica Popolare ha importato via mare 76,8 milioni tonnellate di greggio, secondo i dati di Refinitiv citati nel suo ultimo report dal broker navale genovese Banchero Costa.

Una cifra che rappresenta un +3,4% rispetto al periodo gennaio-febbraio 2019: un incremento quindi c’è stato, ma la sua entità si è rivelata decisamente minore del +18,6% registrato nei primi due mesi dello scorso anno, rispetto allo stesso intervallo del 2018. C’è quindi un rallentamento evidente e – secondo gli analisti di Banchero Costa – il trend ‘calante’ è destinato ad accentuarsi ulteriormente nel corso del mese di marzo 2020.

Per quanto riguarda invece l’intero anno 2019, l’import cinese di petrolio si è dimostrato in sensibile aumento rispetto al 2018: 447,6 milioni di tonnellate totali (si parla sempre del solo greggio importato via mare), il 9,8% in più su base annua.

Quasi la metà del totale di queste forniture, e cioè il 47%, è arrivato dal Golfo Arabo, con un netto balzo in avanti dell’Arabia Saudita, il cui export verso la Cina lo scorso anno è stato pari a 77,9 milioni di tonnellate, il 47,5% in più rispetto al 2018 e il 17% del volume totale di petrolio importato da Pechino nel 2018. In crescita anche gli approvvigionamenti in partenza dall’Iraq: 49,8 milioni di tonnellate, il 20,7% in più rispetto al 2018 e l’11% del quantitativo totale di greggio importato dalla Cina via mare nel 2019.

Stabile l’import dal Sud America (Venezuela -23,5% a 10,4 milioni di tonnellate, calo più che compensato dal +39,9% del Brasile, a 34,9 milioni di tonnellate), mentre è ovviamente crollato – a causa della guerra commerciale tra Washington e Pechino, che proprio lo scorso anno aveva raggiunto il suo culmine di intensità – l’importo di greggio statunitense, diminuito del 56,5% a soli 5,3 milioni di tonnellate.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

TotalEnergies annuncia una nuova scoperta di petrolio nel Blocco 58 al largo delle coste del Suriname

A distanza di un anno dalle scoperte di Maka Central e Sapakara West-1, TotalEnergies e Apache Energy, sussidiaria di APA Corporation, hanno annunciato una...