lunedì, Luglio 22, 2024

Il rigassificatore di Piombino verrà spostato in Liguria entro il 2026

Must read

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...

A marzo 2023 la Golar Tundra, FSRU (Floating storage and regasification unit) di proprietà di Snam, aveva fatto il suo ingresso nel porto di Piombino, con lo scopo di rigassificare il GNL da immettere nella rete nazionale e derivante da navi metaniere estere per ridurre la dipendenza dal gas russo.

La nave, che era stata ormeggiata dentro al porto, aveva suscitato non poche polemiche tra gli abitanti:

per questo motivo è stato deciso che, dopo 3 anni di servizio a Piombino, nel 2026 la Golar Tundra verrà ricollocata al largo delle coste liguri, più precisamente davanti all’area di Vado Ligure, Quiliano e Savona, ove opererà per altri 17 anni.

Il rigassificatore sarà collocato in un’area già precedentemente interdetta alla navigazione a favore dello stazionamento delle grosse navi, affinché il paesaggio non venga deturpato.

Nei tre anni che precedono l’arrivo della nave, comunque, sarà necessario costruire la parte di gasdotto sul fondo del mare e la parte di gasdotto che verrà agganciata alla rete nazionale. Il sistema sarà lo stesso utilizzato a Livorno: ci sarà una torretta galleggiante a cui verrà agganciata la nave, che verrà a sua volta collegata al gasdotto.

Lo hanno spiegato Stefano Venier, AD di Snam, insieme a Giovanni Toti, governatore della Regione Liguria nonché commissario straordinario di governo per il rigassificatore.

La disponibilità della Liguria ad ospitare una nave rigassificatrice con il progetto presentato da Snam – aggiunge il governatore Totisi inserisce nel piano energetico nazionale di cui il Paese si è dotato per rispondere a emergenze energetiche come quella recentemente vissuta da famiglie e imprese italiane: con questa nave diamo all’Italia una nuova risorsa di approvvigionamento e alla Liguria un’infrastruttura strategica, sicura e con un impatto visivo e ambientale pari a zero. È un’operazione di solidarietà nazionale, di collaborazione tra Stato e Regioni, che contribuirà alla sicurezza energetica dell’Italia e porterà gratificazioni anche ai comuni che ospiteranno questa infrastruttura con opere compensative sul territorio.”

Toti ha inoltre avviato la costituzione della struttura commissariale, che coinvolge, tra gli altri, l’Autorità Portuale di Sistema del Mar Ligure occidentale, oltre a diversi organi di Regione Liguria come la Direzione Centrale Organizzazione, il Dipartimento Sviluppo Economico, la Vice Direzione Generale Infrastrutture e Trasporti e Arpal.

Secondo le stime quest’opera dovrebbe soddisfare il 7% del fabbisogno di gas nazionale per 17 anni.

Latest article

Chevron accelera lo sviluppo sfruttando le nuove tecnologie

"Le nuove tecnologie possono fare la differenza nel campo dello sviluppo energetico offshore", dichiara Matt Johnson, specialista nello sviluppo dei giacimenti e nell'ottimizzazione del...

Saipem si aggiudica i lavori per il gasdotto GreenStream

La società energetica Saipem si è aggiudicata un contratto per la sorveglianza e i servizi di intervento sottomarino per il gasdotto GreenStream, che collega...

TotalEnergies vende la sua quota in SPDC JV

TotalEnergies EP Nigeria, controllata africana della multinazionale francese, ha annunciato di aver raggiunto un accordo di compravendita con Chappal Energies - azienda energetica con...

Scoperto un giacimento di petrolio immenso in Kuwait

La compagnia petrolifera Kuwait Oil Company, dell'omonimo paese emirato, ha annunciato la scoperta di un giacimento incredibilmente vasto nell'offshore al largo dell'Isola Failaka. Stando...

Saipem si aggiudica due contratti in Arabia Saudita

Saipem è riuscita ad aggiudicarsi due grossi contratti offshore in Arabia Saudita, nell'ambito del progetto Long-Term Agreement di Saudi Aramco. Secondo uno dei due...