venerdì, Maggio 20, 2022

LA VENEZUELANA ECOPETROL SUPERA LA CRISI DELLE RISERVE DI GAS E PETROLIO

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Il gruppo petrolifero colombiano Ecopetrol ha incorporato 408 MMBPE nelle proprie riserve nazionali di idrocarburi, includendo anche la propria partecipazione nelle varie sussidiarie internazionali. Continua così la tendenza positiva nel settore energetico iniziata nel 2018, arrivando alla fine del 2019 con le riserve nette a 1,893 milioni di barili equivalenti (MBPE). Agli attuali consumi in questo modo il fabbisogno energetico nazionale è garantito per i prossimi 8 anni per il petrolio e 10 anni per il gas naturale.

Questo significa che il bilancio totale delle riserve é composto al 73% da petrolio e al 27% da gas naturale, mentre la crescita delle riserve è stata del 33% rispetto ai volumi che erano stati incorporati nel 2018.

Fino a due anni fa il paese, che in base all’ultimo censimento ha una popolazione di 48 milioni di persone, era entrato in una preoccupante crisi energetica considerando che il fabbisogno era garantito solo per sei anni. Ma un’aggressiva campagna di esplorazione offshore ha portato poco a poco i suoi frutti, unita ad un’attenta amministrazione tecnica e finanziaria degli attivi nazionali e internazionali.

Le riserve sono state calcolate in base agli standard e metodi della Securities and Exchange Commission (SEC) degli Stati Uniti. Una strategia che ha permesso di ottenere una certificazione del 99% delle riserve riconosciute successivamente da cinque società note a livello mondiale (Ryder Scott Company, DeGolyer and MacNaughton, Gaffney, Cline & Associates, Sproule International e Neatherland Sewell & Associates).

Secondo l’ultimo bollettino statistico della compagnia colombiana la produzione accumulata del 2019 ha raggiunto 242 milioni di barili equivalenti, vale a dire il 2% in piú rispetto all’anno precedente.

Quindi si può dire che l’incremento delle riserve raggiunto nel 2019 è stato uno dei punti di forza della strategia del Grupo Ecopetrol, per raggiungere l’obiettivo di garantire la propria sostenibilità a lungo termine.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...