martedì, Maggio 17, 2022

L’ENI SI AFFIDA A PACIFIC DRILLING PER TRIVELLARE UN NUOVO POZZO OFFHSORE IN NIGERIA

Must read

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

L’Eni si è affidata al gruppo internazionale Pacific Drilling per lo scavo di un nuovo pozzo nell’offshore della Nigeria.

La corporation italiana ha infatti firmato un contratto di noleggio per il Pacific Bora, drillship con posizionamento dinamico in grado di operare in acque profonde fino a 3.000 metri e di perforare pozzi profondi fino a 11.000 metri.

Attualmente, il mezzo di Pacific Drilling – operatore specializzato nelle perforazioni offshore, con sedi in Lussemburgo e a Houston (Texas), quotato alla Borsa di New York e dotato di una flotta di 7 unità navali – sta operando nell’offshore di Abidjan, in Costa d’Avorio. L’incarico per conto del ‘cane a sei zampe’ (assegnato tramite la controllata Nigerian Agip Exploration Limited), che riguarda un singolo pozzo, con opzione per altri due, inizierà entro la fine del prossimo novembre. Il valore economico è pari a 9 milioni di dollari.

Il CEO di Pacific Drilling Paul Reese ha commentato: “A stretto giro dall’annuncio del nuovo incarico ottenuto per Pacific Santa Ana in Mauritania, siamo contenti di esserci assicurati questo contratto per il Bora, che rifletta la nostra significativa esperienza in Nigeria e il nostro impegno mai interrotto a fornire servizi di perforazione del massimo livello ai nostri clienti”.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

Eni al primo posto tra le aziende internazionali del settore Oil&Gas

Eni si conferma al primo posto tra le società Oil&Gas internazionali nella classifica del think tank finanziario indipendente Carbon Tracker Initiative che confronta i...

Air Liquide e Lhoist collaborano per ridurre le emissioni di CO2 nell’industria della calce in Francia

Air Liquide ha siglato un Memorandum of Understanding con Lhoist, leader internazionale nel campo minerario, per decarbonizzare l’impianto produttivo di calce di Réty (Francia)...

L’acciaio Oil & Gas di Scandiuzzi sceglie le rough terrain di Terex

Scandiuzzi Steel Constructions, azienda con oltre 50 anni di esperienza nella fornitura di soluzioni ingegneristiche e attrezzature per le costruzioni e l’industria dell’Oil &...

Paolo Gallo (Italgas): “Il piano RePower Eu accelera la transizione ecologica, una sfida enorme per noi distributori”

Paolo Gallo, a.d. Italgas, è intervenuto in merito al programma europeo RePower Eu, ovvero il piano con cui ci si allontanerebbe dalla dipendenza dal...

Eni sigla un accordo in Congo per l’aumento della produzione e fornitura di GNL

Si è conclusa con successo la missione di Eni in Congo. A Brazzaville, l’amministratore delegato Claudio Descalzi ha firmato una lettera d’intenti con il...