sabato, Luglio 31, 2021

L’ENI SI ALLEA CON LA SAUDITA SABIC PER LO SVILUPPO DEL ‘GAS DI SINTESI’

Must read

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

Eni e SABIC, corporation petrolchimica dell’Arabia Saudita, hanno firmato oggi un accordo per lo sviluppo congiunto di una tecnologia innovativa per la conversione del gas naturale in gas di sintesi, dal quale produrre combustibili a elevato valore e prodotti chimici, come il metanolo.

La partnership prevede, tra le altre attività, la realizzazione di un impianto industriale dimostrativo che sarà costruito e gestito all’interno di un sito Eni. Il progetto completerà lo sviluppo della tecnologia basata sull’ossidazione parziale catalitica a breve tempo di contatto (SCT-CPO) del gas naturale, in modo da supportare ulteriormente le attività di business di Eni e SABIC, valorizzando in modo più efficiente la fonte fossile più pulita e con minori emissioni di gas serra.

Questa tecnologia è stata sviluppata inizialmente da Eni nel corso di una intensa attività di ricerca e sviluppo. A questo know-how, si aggiunge la profonda competenza della ricerca SABIC nel campo della reattoristica, nonché l’esperienza industriale e la conoscenza derivanti dalla integrazione tra processi di generazione di gas di sintesi e processi per la produzione di prodotti chimici derivati.

Con questo accordo, Eni e SABIC potranno mettere a fattor comune competenze distintive a livello mondiale nel campo della ricerca e sviluppo per garantire il successo del progetto.

Questa collaborazione porterà allo sviluppo di una tecnologia estremamente innovativa per produrre gas di sintesi migliorando l’efficienza e riducendo CAPEX e OPEX rispetto alle tecnologie tradizionali, aumentandone la flessibilità rispetto alle cariche e contribuendo a ridurre le emissioni specifiche di CO2.

L’accordo è stato firmato da Fahad Al-Sherehy, Acting, Executive Vice President Technology and Innovation (SABIC), Giuseppe Tannoia, Executive Vice President Research & Development (Eni), e Giacomo Rispoli, Executive Vice President Licensing & Supply (Eni).

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Html code here! Replace this with any non empty text and that's it.

Latest article

TechnipFMC acquisisce TIOS AS

TechnipFMC ha recentemente comunicato di voler acquisire il restante 49% delle azioni di TIOS AS, la joint venture costituita nel 2018 in collaborazione con...

Saipem – conti in ribasso nel primo semestre 2021 e un piano strategico per guardare al futuro

I risultati del primo semestre 2021. Dopo aver chiuso il primo semestre 2021 con un risultato netto negativo di 779 milioni, attraverso le parole dell’AD...

Iveco fornirà a GLS 120 dei suoi nuovi camion S-WAY alimentati a gas naturale liquefatto

I nuovi camion della gamma S-WAY. Iveco ha recentemente presentato S-WAY, la nuova gamma di veicoli per il trasporto pesante on-road, in grado di offrire...

Eni collabora con BASF per sviluppare bio-propanolo avanzato dagli scarti industriali

Una nuova tecnologia per la filiera dei biocombustibili. La strategia di Eni di sostenere lo sviluppo della filiera dei biocombustibili di “generazione avanzata” continua e...

TotalEnergies annuncia una nuova scoperta di petrolio nel Blocco 58 al largo delle coste del Suriname

A distanza di un anno dalle scoperte di Maka Central e Sapakara West-1, TotalEnergies e Apache Energy, sussidiaria di APA Corporation, hanno annunciato una...